Il gigante controvento

A Villa Niscemi “Il Gigante controvento” Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Professore Salvatore Lo Bue e il giornalista Mario Azzolini presentano il libro di Gino Pantaleone che racconta la vita contro la Mafia di Michele Pantaleone.

gigante

Spazio Cultura
Libreria Macaione
Via M.se di Villabianca, 102
Palermo Tel. 091 6257426

A Villa Niscemi (Sala degli Specchi) “Il Gigante controvento”
Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Professore Salvatore Lo Bue e il giornalista Mario Azzolini presentano il libro di Gino Pantaleone che racconta
“Michele Pantaleone: una vita contro la mafia”.

Venerdì 9 gennaio alle ore 17:30 a Villa Niscemi (Sala degli Specchi) verrà presentato il volume edito da Spazio Cultura Edizioni “Il Gigante controvento. Michele Pantaleone; una vita contro la Mafia” scritto da Gino Pantaleone.

Michele Pantaleone è stato uno scrittore, giornalista e politico italiano, studioso del fenomeno mafioso. Un personaggio, fortemente scomodo ai più, è stato il primo a denunciare le connivenze tra mafia e politica. Ha, come afferma Gino Pantaleone, sempre viaggiato in direzione ostinata e contraria, un Gigante Controvento appunto.

Il libro, curato nella vesta grafica da Francesca Villa e nell’editing da Anna Maria Balistreri, ha la prefazione di Lino Buscemi, la postfazione di Tommaso Romano ed un contributo di Carlo Marchese; è corredato da una ricca iconografia sia di immagini inedite che di documenti originali e la copertina è impreziosita da un dipinto del 1975 del maestro Pippo Madè.

All’incontro moderato dal giornalista Mario Azzolini, oltre all’autore, saranno presenti per un dialogo aperto il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il professore Salvatore Lo Bue e l’editore Nicola Macaione.

Da evidenziare che Gino Pantaleone il 12 dicembre 2014 a Palazzo delle Aquile, a Palermo, gli è stato insignito del “Premio Gaia 2014″ per la divulgazione della cultura alla legalità.

Di seguito la scheda del libro

Gino Pantaleone è un poeta e scrittore palermitano. Ha pubblicato tre raccolte di poesie, Urla di dentro (Libroitaliano 1996), Io così, se volete (Accademia Costantiniana di Lettere e Arti di Palermo 1997) e Il vento occidentale (Libroitaliano World 2007). È stato premiato in alcuni concorsi letterari, tra cui il Concorso Nazionale di Poesia organizzato dall’Associazione Accademica del Premio Internazionale Prometeus e il concorso Nazionale Pablo Neruda. Nel 1997 l’Accademia Costantiniana di Lettere e Arti gli ha conferito la nomina di Socio Accademico «in riconoscimento dei servigi resi alla cultura». Ha relazionato in diverse conferenze e convegni letterari e alcuni interventi sono stati pubblicati. Molte poesie sono state inserite in antologie e alcune sono diventate testi di musica contemporanea. Di recente l’Empire International Club gli ha conferito il premio per la saggistica biografica per il libro Non dobbiamo aver paura (Gruppo Editoriale L’Espresso, 2012) per «aver squarciato il silenzio sull’ opera di Michele Pantaleone».

“Il Gigante Controvento nasce dalla minuziosa, appassionata ricerca di Gino Pantaleone (singolarmente omonimo del grande Michele) il quale, fra non poche difficoltà e sacrifici, ha impedito che si perpetuasse l’incredibile quanto ingiusta azione di rimozione dalla memoria collettiva di uno scrittore e di un uomo politico, che ha avuto il merito storico e letterario di accendere i fari sulla mafia e sulle connivenze con la politica e di avere parlato per la prima volta di antimafia. Un libro senz’altro necessario per far conoscere alle giovani generazioni e al vasto pubblico un intellettuale e un politico che ha speso la sua vita per liberare la Sicilia dalle tante mafie, che ancora l’affliggono”.

Lino Buscemi
Data di Pubblicazione: Luglio 2014
ISBN: 8894006905
ISBN-13: 9788894006902
Pagine: 336

€ 18,00

Titolo: Il gigante controvento. Michele Pantaleone. Una vita contro la mafia
Autore: Gino Pantaleone

 

Santa Lucia, tra Venerazione e Martirio

EXTRAMOENIA RENDE OMAGGIO ALLA SANTA PATRONA DI SIRACUSA

bello della baida
La città di Siracusa in queste festività prenatalizie sta vivendo un momento religioso importante, l’arrivo da Venezia delle spoglie di S. Lucia. A chiusura della settimana dei festeggiamenti della Santa Patrona, l’associazione Extramoenia in collaborazione con l’Arcidiocesi di Siracusa, la deputazione della Cappella di Santa Lucia e l’associazione ArchéoTheatron organizza la rappresentazione teatrale religiosa “Santa Lucia, tra Venerazione e Martirio” per la regia e adattamento di Agostino De Angelis. Il presidente di Extramoenia, Marco Scuotto, ha voluto, come cittadino, rendere un omaggio alla S. Patrona, come fatto già in passato attraverso una rappresentazione teatrale che ha avuto grande successo. Questa volta l’evento è straordinario così come il luogo scelto, la Chiesa di Santa Lucia alla Badia, dove la tela del Caravaggio diviene la scenografia, storia divina nella storia. Lo spettacolo, un excursus sulla breve vita della Santa e sul suo martirio, sarà portato in scena lunedì 22 dicembre alle ore 21:00. Ad interpretare la Santa sarà la giovane attrice Giulia Acquasana accompagnata dalle voci narranti Lucia Imprescia, Marika Cassone e recitante Marco Scuotto, letture dei ragazzi Giulio Scariolo, Samuele Calleri, Virginia Rubera, nel ruolo di Pascasio Federico Rubera con i soldati Piero Veneziano, Corrado Drago, Rudi Miceli, Massimo Vasques eseguiranno il processo. Non poteva mancare la musica dal vivo alla chitarra del M° Valerio Massaro, alla batteria il giovane Massimiliano Pulvirenti e la voce del tenore Dario Adamo. Da cornice alla scenografia i tableaux vivant dell’Ass.ne Immaginazione, gli abiti della stilista Stefania Frasca Aurora Boreale Atelier e i costumi e attrezzature di CostumArte, fotografia Tony Mazzarella. Come sempre il regista De Angelis ci regalerà un’altra performance di alta cultura religiosa e il binomio perfetto tra professionisti e giovani talenti, una sinergia con il pubblico e la stessa città. Ingresso Libero.

santa lucia alla badia

Teatro nei “luoghi della storia e della memoria”

IL REGISTA AGOSTINO DE ANGELIS RENDE OMAGGIO A PALAZZO BARONE CON LO SPETTACOLO NOVECENTO
frouscini
frofroL’idea è nuova, le emozioni autentiche, il luogo Palazzo Barone di Giarratana a pochi chilometri da Ragusa, che ospita il Museo Ibleo dell’Emigrazione; qui, l’attore regista Agostino De Angelis ha pensato di mettere in scena un suo spettacolo teatrale “Novecento”. Lo stesso è noto al pubblico italiano per la sua scelta e per la convinzione che la novità dei nostri tempi, sia quella di portare il Teatro nei “luoghi della storia e della memoria”, per questo ha ottenuto da Ministero dei Beni Culturali e Soprintendenze i maggiori siti di interesse nazionale e internazionale.
“I luoghi” rappresentano l’anima delle città, per questo il regista ha scelto la nobile location che racchiude in sé le memorie e la storia del territorio ragusano con le speranze e le lacrime di coloro i quali nel ‘900 furono costretti a lasciare la propria terra in cerca di fortuna.
Lo spettacolo, due serate il 29 e 30 Novembre 2014 alle ore 20:45, nell’auditorium di Palazzo Barone si inserisce a chiusura di una manifestazione più ampia, ideata dallo stesso De Angelis e organizzata dalle associazioni Extramoenia e ArchéoTheatron, in collaborazione con la Regione Siciliana, il Comune di Giarratana e alcune realtà del territorio, su arte, cultura ed enogastronomia. Lo spettacolo è pensato e ideato con l’intento di far rivivere i colori della memoria attraverso un cammino nel tempo che ci mostri la vita trascorsa, affinché ciascuno ritrovi nel racconto le origini della storia e delle tradizioni. Si tratta di un viaggio nella letteratura, nelle tradizioni e nelle manifestazioni culturali del primo Novecento, con interpretazione di brani e testimonianze letterarie legate soprattutto a scrittori quali Baudelaire, Neruda, Quasimodo, Montale, ma anche ad altri noti per i testi in dialetto siciliano. Un atto unico attraverso le voci recitanti di Marco Scuotto, Bartolo Mineo, Anna Litrico, Adriano Longo, Valentina Puccio, Maria Catena Baldanza, Martina Lauretta, il commento musicale del M° Valerio Massaro, la voce del Tenore Dario Adamo, del canto popolare di Nicoletta Caravello e del gruppo folkloristico Nunn è Lapa né Musca. Ingresso Libero.

Arti e culture contro la Violenza sulle Donne

Arti e culture contro la Violenza sulle Donne
P.zo Branciforte, Via Seminario Italo Albanese, Real Fonderia

Arti e culture contro la Violenza sulle Donne

Il 25 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Un evento che quest’anno vede Palermo protagonista con una grande manifestazione intitolata “#MUTA – Arti e Culture Contro la Violenza sulle donne”, promosso per il secondo anno consecutivo dall’Associazione Antilia. L’evento, patrocinato dal Comune di Palermo, si svolgerà dal 21 al 25 novembre 2014; un ricchissimo palinsesto di attività con il coinvolgimento di numerose realtà artistiche e culturali del capoluogo siciliano, che si confronteranno sui temi della violenza sulle donne, argomento, purtroppo di estrema attualità.

A fare da cornice all’evento l’intervento d’arte in via Seminario Italo Albanese, che per l’occasione, in collaborazione con Hotel Posta e l’azienda Consulenza Eventi, si trasformerà in uno spazio di condivisione culturale diffusa e partecipata. I magazzini che costeggiano il vicolo saranno aperti ed allestiti con opere site specific, performance e installazioni video. Uno spazio espositivo diffuso in cui ospitare opere visive, multimediali, performance e percorsi sonori. Tra gli artisti coinvolti nella collettiva d’arte, per la direzione artistica di Chiara Alia Tortomasi e Salvatore Sorci: A.A.D.E.E. (Enzo D’Alessandro, Andrea Feliciello, Alessio Lo Prete, Liu Siyu, Elisa Vella), Gae Milazzo, Carlo Monastra, Paola Monastra, Emanuele D’Arcaria, Giusva Pecoraino, Luca Ferracane, Fabrizio Lupo, Monica Maniscalco, Mattia Pirandello, Hermes Ferro, Saveria Turrà, Viviana Petralia, Gianluca Pipitò, Salvatore Russo, Gioacchino Turdo, Uniti.

In questo modo la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, diverrà anche spunto e occasione di sviluppo per l’attuazione di pratiche di cittadinanza attiva, riappropriazione di spazi urbani e della loro valorizzazione ad opera di artisti e operatori culturali. Un invito, quindi, a reagire a tutte le forme di abbandono e dimenticanza, dando voce anche agli spazi, in questo modo recuperati per divenire centri di aggregazione, condivisione e confronto collettivo su tematiche culturali ed emergenze sociali. Consapevoli che l’arte sia il miglior strumento per comunicare all’animo e raccontane la rabbia e l’oppressione, l’evento permetterà di affrontare il delicato tema della lotta contro la violenza femminile in tutte le sue sfaccettature con un approccio artistico.

“Le arti e la cultura si interrogano sulla violenza di genere; la manifestazione rappresenta, infatti, un’occasione per mettere “a nudo” i meccanismi più intimi ed inespressi della violenza. Musica, teatro, danza, cinema, operatori culturali e sociali, incontrano la cittadinanza affrontando, attraverso molteplici punti di vista, le tante sfaccettature del femminicidio e della differenza di genere. Scenografia della manifestazione è una Collettiva d’Arte Visiva e Multimediale che della violenza ne racconta i meccanismi, il dopo, le macchie, le sensazioni, le dipendenze, il vuoto, spostando lo sguardo continuamente dalla donna all’uomo e viceversa, sino allo spettatore stesso. L’obiettivo è impegnare il fruitore in continue attività e riflessioni, incoraggiandolo ad essere parte attiva nella costruzione del senso civico e culturale della comunità nella quale vive quotidianamente. Crediamo fortemente che l’arte e la cultura siano strumenti privilegiati per educare, informare e combattere ogni forma di devianza sociale. Un dato importante – continuano le organizzatrici Chiara Alia Tortomasi e Marina Vermiglio – è  l’ampia adesione di gruppi, artisti, associazioni, enti e operatori che hanno aderito con entusiasmo alla manifestazione.”

La manifestazione sarà inaugurata venerdì 21 novembre alle ore 17 presso la Sala dei 99 di P.zo Branciforte, con una tavola rotonda tutta al femminile, alla quale interverranno: Elvira Sciurba, scrittrice e poetessa, Rita Cedrini, docente di Antropologia Culturale e Antropologia degli Artefatti, Facoltà di Architettura, Università degli Studi di Palermo, Valeria Ajovalasit, Presidente “Arci Donna”, Letizia Battaglia, fotoreporter e giornalista, Patrizia Di Dio, Vice presidente Confcommercio Palermo, Presidente dell’Associazione “Federmoda Palermo”  e Coordinatrice “Terziario Donna Sicilia”, Valentina Li Mandri dell’ Associazione Giuristi Siciliani (A.GIU.S.), Giorgia Butera, sociologa e scrittrice, Alessandra Giannola, sociologa e Presidente dell’ANAS Italia, e Barbara Messina, psicologa e criminologa.
Pensata come un momento di confronto tra operatori culturali e cittadinanza, la tavola rotonda permetterà di ascoltare i racconti delle tante donne rappresentative della cultura, dell’arte e dell’impresa locale, che per l’occasione presenteranno le loro storie di successo, esprimendo in tal modo il loro punto di vista sulla delicata tematica della lotta alle tante violenze (psicologica, fisica, sociale, economica e culturale) che ancora oggi limitano le donne e la loro affermazione.

Numerose le performance artistiche in programma, dai contributi musicali del Conservatorio V. Bellini, agli interventi di danza della Compagnia Ensemble, ai contributi teatrali della Compagnia Tea(l)tro e della Compagnia ‘a Strùmmula. A conclusione della manifestazione, martedì 25 novembre presso la Real Fonderia alla Cala, concerto della rock band Sexual Thing, promossa da Roxy Studio.

Si segnala, inoltre, che in l’occasione dell’evento, Palazzo Branciforte propone un’apertura straordinaria della Cavallerizza in cui è esposta la collezione archeologica della Fondazione Sicilia e una visita guidata tematica sul femminile nel mondo greco intitolata “Dea, Amazzone, donna”: da Atena ad Antiope, regina delle Amazzoni, alle figure femminili sulle lekythoi funerarie, la visita approfondirà il quotidiano delle donne nell’età classica e alcuni elementi simbolici della mitologia. Si rimanda al programma per info e prenotazioni.

UFFICIO STAMPA e informazioni:
Marina Vermiglio, cell. 3402579078
Associazione Antilia
associazioneantilia@gmail.com

Silvester in Taormina auf Sizilien

Liebe Freunde,

erlebt Silvester in der Künstlerstadt!
Das Kunstatelier Peintner feiert den Jahreswechsel im eleganten Taormina und
Ihr könnt dabei sein – auch mit der Möglichkeit, Kreativität auszuleben!

Silvester auf Sizilien

  • Kurs Fotografie mit Rudolf Karl Wernicke, Dezember 27 – Januar 3, 2015
  • Malkurs mit Christian I. Peintner, Dezember 30 – Januar 5, 2015

Silvester auf Sizilien

Omaggio a Eduardo De Filippo

IL COMUNE DI GIARRATANA RICORDA EDUARDO DE FILIPPO CON IL REGISTA AGOSTINO DE ANGELIS

GIARRATANA RICORDA EDUARDO DE FILIPPO

Nel borgo antico ‘U Cuozzu del Comune di Giarratana, sarà portato in scena il 31 ottobre alle ore 18,30, giorno in cui ricorre il trentennale dalla scomparsa del noto attore, regista e capocomico napoletano Eduardo De Filippo, lo spettacolo teatrale multimediale “Omaggio a Eduardo De Filippo” di e con Agostino

De Angelis, inserito nel progetto nazionale di valorizzazione e promozione 2014/2015 dal titolo “Luoghi,

Memorie e Personaggi della Storia”.

Il suggestivo scenario del borgo accoglierà lo Spettacolo Teatrale di parola, musica, canto, immagini, filmati e aneddoti, in cui verrà “imprigionato” il respiro di un’anima, dell’uomo Eduardo, di vasta cultura e sensibilità, rigoroso e pignolo che promosse Napoli e l’Italia del Sud, nel mondo.

Un gioco tra le voci di Bartolo Mineo, Lucia Liali, Valentina Puccio, Adriana Puccio, Maria Catena Baldanza, accompagnate dai giovani mimi Benedetta Di Pietro, Alessia Micieli, Gabriele Alderisi, Rosario e Nicolò Pagano e la chitarra di Anna Litrico. La canzone napoletana interpretata dal tenore Dario Adamo si alternerà con le parole dello stesso regista De Angelis, che come ha affermato, darà voce ai discorsi di Eduardo, alle lettere ed agli aneddoti lasciati in eredità a tutti noi.

In occasione dello spettacolo saranno utilizzate come scenografie le tele di Cetty Midolo, Marika Cassone, Giuseppe Pisana, “cruveddi e panara” realizzati in situ dall’artigiano Salvatore Di Stefano e i costumi della stilista Stefania Frasca Aurora Boreale Atelier. Presenta Ilaria Angelica.

Lo spettacolo sarà realizzato con il patrocinio del Comune di Giarratana, Festival del Cinema Archeologico di Rovereto, Archeologia Viva, Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, Istituto di Cinematografia e Televisione “Roberto Rossellini” di Roma; con la collaborazione di Molino di Sicilia, Note di Zafferano, Avis Giarratana, Naturalmente Pane, Gusto Antico, Impresa Edile Euromuri, organizzazione Associazioni

Extramoenia e ArchéoTheatron. Ingresso libero.

Eduardo De Filippo

Surface Interval PADI Europe

Member News

Ottobre 2014

Presto disponibile la App PADI rinnovata
Scoprite la nuova versione della App PADI che fornirà ai subacquei le informazioni richieste nel momento in cui ne avranno bisogno. (continua)

Sistema ad identificazione unica PADI (PADI Single Sign On – SSO)
La App PADI verrà aggiornata con una nuova funzionalità chiamata Sistema ad identificazione unica PADI (PADI Single Sign On – SSO). Questo è un sistema di autenticazione che vi permetterà di accedere a tante applicazioni o siti web PADI con solo un set di credenziali. In questo modo risparmierete tempo e fatica dal momento che viene richiesta un solo codice login e una sola password. (continua)

showtime E’ di nuovo tempo di Fiere della subacquea
PADI Europe, Middle East and Africa sarà di nuovo presente a molte Fiere della subacquea nel 2015. La presenza di PADI è a sostegno dei PADI Dive Centres, dei membri e dei subacquei e fornisce un’opportunità di dare il benvenuto nel favoloso mondo della subacquea a tutti coloro che non sono subacquei. (continua)
depth_record Record mondiale di profondità
L’Istruttore PADI Ahmed Gabr ha migliorato il record mondiale di profondità immergendosi a 332 metri. (Cliccate qui) per leggere il racconto di Ahmed sull’esperienza che gli permesso di guadagnarsi un posto nel Guinness dei Primati.
Eilat Campionato Mondiale di fotografia subacquea 2014 – Eilat, Mar Rosso
I vincitori del Campionato Mondiale di fotografia subacquea ad Eilat, nel Mar Rosso, sono stati annunciati il 13 settembre. PADI EMEA si congratula con il team spagnolo ed il Course Director PADI Boaz Samorai. (continua)
PA Squali e mante entrano a far parte della lista degli animali protetti
Il 14 settembre segna la data in cui squali e mante sono entrati a far parte della lista degli animali protetti contro il commercio. Grazie a tutti per aver contribuito a questa campagna per la protezione di due delle specie più minacciate al mondo: squali e mante! (continua)
Sportswear Sportswear: favolose svendite per i professionisti PADI!
Ottieni fino al 60% di sconto sul tuo prossimo ordine a PADI Sportswear. Non solo otterrete sconti incredibili sul nostro webstore, ma vi offriamo la possibilità di personalizzare tutti i nostri prodotti per far vedere a tutti che siete ei professionisti. Non c’è mai stato momento migliore per ordinare su PADI Sportswear. (continua)

The New Music

Il caffè delle meraviglie

The New Music International Weeks (Settimane internazionali di nuova musica), took place in the 1960s and brought Palermo to worldwide attention in the musical and cultural debate, thanks to the enthusiasm of a group of young intellectuals including Antonino Titone, Francesco Agnello, Paolo Emilio Carapezza, Roberto Pagano and Eliodoro Sollima.
As we treasure the memory of such exciting times in the field of New Music, we think it is also time to approach this theme again, putting the experience into perspective and questioning the state of the art today.

The Teatro Massimo has decided to establish a Festival in 2014, Nuove Musiche, that will offer the general public, both local and international, a glimpse into contemporary music as well as 20th century historic and avant-garde music.
The truly interdisciplinary spirit of the Settimane will be kept alive thanks to many collateral activities and in-depth analysis debates.
With Nuove Musiche the Teatro Massimo strengthens its bond with the University of Palermo and with Palermo Conservatory of Music “V. Bellini” (whom is also going to participate to the Festival with initiatives that are being planned and will complement Teatro Massimo programme) and hopes that this festival will be an opportunity for dialogue with the city’s other institutions.

Tickets
• Concerts staged in the Teatro Massimo Sala ONU and Foyer – € 5.

• September 28 Concert (8:30pm) – € 5.

• October 3 Concert (8:30pm) – from € 10 to € 30.

• Concerts staged at the Steri and the Conservatory of Music, October 5 walking concert, conferences, video festival: free entrance.

AGOSTINO DE ANGELIS RENDE OMAGGIO A PASOLINI A GIARRATANA

AGOSTINO DE ANGELIS RENDE OMAGGIO A PASOLINI A GIARRATANA

In uno dei borghi più suggestivi del Comune di Giarratana, ‘U Cuozzu, sarà portato in scena il 27 settembre alle ore 20,30 lo spettacolo teatrale multimediale “Omaggio a Pier Paolo Pasolini” di e con Agostino De Angelis, inserito nel progetto nazionale “Borghi e Borgate – luoghi e memorie della storia” ideato dallo stesso regista, con il patrocinio del Comune di Giarratana, Festival del Cinema Archeologico di Rovereto, Archeologia Viva, Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa, Istituto di Cinematografia e Televisione “Roberto Rossellini” di Roma; organizzazione Associazioni Extramoenia e ArchéoTheatron in collaborazione con le imprese “A Giarra” e “Billy Bet”.

Il borgo antico ‘U Cuozzu, conserva i ricordi storici e il patrimonio popolare della Giarratana agricola e artigianale, oggi talvolta dimenticato dal consumismo industriale dei giorni nostri. E’ da questo luogo che il regista De Angelis, ha voluto fare omaggio ad un autore come Pasolini, che è stato uno dei precursori nel denunciare il progresso industriale e consumistico e nel preservare il patrimonio popolare e rurale dell’Italia degli anni 50/60. Portare in scena l’intellettuale Pasolini, in tale luogo, è come far rivivere lo stesso, che con una straordinaria visione del mondo, ha saputo disegnare e colorare una tela che descrive l’Italia di ieri, oggi e domani.

La pièce sarà rappresentata con interpretazione dei testi da parte dello stesso De Angelis, video proiezioni di filmati e interviste su Pasolini, con letture delle voci narranti Bartolo Mineo, Adriano Longo, Giulia Acquasana, Valentina Puccio, Lucia Liali accompagnate dai giovani mimi Benedetta Di Pietro, Alessia Micieli, Gabriele Alderisi, Rosario Pagano e dalla chitarra di Anna Litrico. In occasione dello spettacolo saranno utilizzate come scenografie, oltre la bellezza del luogo, le tele di Cetty Midolo e i costumi realizzati dalla stilista Stefania Frasca Aurora Boreale Atelier. Ingresso libero.

AGOSTINO DE ANGELIS RENDE OMAGGIO A PASOLINI A GIARRATANA