Incoming Sicily Food Project B2B

Incoming Sicily Food Project B2B 22-25Feb2015

Giambattista Riolo <gbgriol@gmail.com>

Spett.le Azienda,
In qualità di partecipante all’evento in oggetto, Vi chiedo di dedicarmi qualche minuto del vostro tempo per leggere la seguente presentazione:
       Mi chiamo Giambattista Riolo, Italiano di Madre Lingue Inglese che dal 1992 assiste un selezionato gruppo di produttori agro-alimentari Siciliani nella ricerca e nella gestioni di nuovi mercati esteri.
       Sarò presente, insieme a voi, per tutti i 4 giorni dell’evento, soggiornando a Caltanissetta, per assistere i miei clienti durante i meetings ed eventualmente alle trattative che possano nascere a seguito degli stessi.
       Compatibilmente con gli impegni già fissati nell’agenda delle Bilateral Meetings da parte dell’organizzazione, durante le mie ore di disponibilità, sarei lieto di assistervi, qualora ve ne fosse necessità, con i miei servizi di traduzione ed interpretariato Inglese/Italiano/Inglese, sia durante i meetings B2B, sia durante le trattative che possano nascere con i buyers in seguito agli incontri programmati durante il corso di questi 4 giorni.
       Finito l’evento, io ed i miei collaboratori possiamo dare seguito ai contatti stabiliti curando la corrispondenza e le comunicazioni telefoniche in Inglese come anche nelle seguenti lingue:
Tedesco, Olandese, Spagnolo, Portoghese, Francese, Arabo (in 3 dialetti), Cinese (Mandarino) e Polacco.
       Per ulteriori informazioni o chiarimenti, potete contattarmi via e-mail, oppure telefonicamente.
Vi ringrazio per l’attenzione che mi avete prestato e sarò lieto di incontrarvi in seno alla manifestazione.
   Cordiali Saluti
Giambattista Riolo
Cell.: 335 6606918

Skype: gbgriol5

Orphée et Eurydice

Orphée et Eurydice, February 20 -27 2015
Orphée et EurydiceCalendar
Friday February 20, 8.30pm – Premiere
Saturday February 21, 8.30pm
Sunday February 22, 5.30pm
Tuesday February 24, 6.30pm
Wednesday February 25, 6:30pm
Thursday February 26, 6.30pm
Friday February 27, 6.30pm
Opera in four acts

Music by Christoph Willibald Gluck (Hector Berlioz’s version)
Libretto by Pierre-Louis Moline da Ranieri de` Calzabigi

A production of the Ballet National de Marseille and the Opéra Théatre de Saint-Etienne

Conductor Giuseppe Grazioli
Director and Coreographer Frédéric Flamand
Set and Costume Designs Hans Op de Beeck

In scena al Teatro Massimo

Cast
Orphée Marianna Pizzolato (20, 22, 25, 27) Lucia Cirillo (21, 24, 26)
Euridyce Mariangela Sicilia (20, 22, 25, 27) Yana Kleyn (21, 24, 26)
Amour Aurora Faggioli

Étoiles
Orphée (blanc) Christian Novopavlovski
Orphée (noir) Andrea Mocciardini
Euridyce Valentina Pace (20, 21, 22, 25, 27) Marta Marigliani (24/26)
Amour Lucia Ermetto

Teatro Massimo Orchestra, Chorus and Ballet
Chorus Master Piero Monti

Antimafia occasione mancata ?

Spazio Cultura Edizioni
Via M.se di Villabianca, 102
P
alermo – Tel. 0916257426



A DOPPIO BINARIO “Antimafia occasione mancata?”
F
abrizio Ferrandelli, Nicola Macaione, Anna Maria Balistreri, Ignazio Maiorana e Roberto Puglisi presentano il libro di Gino Pantaleone Il Gigante controvento. Michele Pantaleone: una vita contro la mafia.

Venerdì 6 febbraio, alle ore 18, al DOPPIO BINARIO “Uno spazio di idee e persone e luogo d’incontro e condivisione” in via Maltese, 89, a Palermo, verrà presentato il libro di Gino Pantaleone Il Gigante controvento. Michele Pantaleone: una vita contro la mafia Spazio Cultura Edizioni.

Michele Pantaleone è stato uno scrittore, giornalista e politico italiano, studioso del fenomeno mafioso. Un personaggio, fortemente scomodo ai più, è stato il primo a denunciare le connivenze tra mafia e politica. Ha, come afferma Gino Pantaleone, sempre viaggiato in direzione ostinata e contraria, un Gigante Controvento appunto.
Il libro ha la prefazione di Lino Buscemi, la postfazione di Tommaso Romano ed un contributo di Carlo Marchese; è corredato da una ricca iconografia sia di immagini inedite che di documenti originali e la copertina è impreziosita da un dipinto del 1975 del maestro Pippo Madè.

A dialogare con l’autore saranno l’on. Fabrizio Ferrandelli, vicepresidente Commissione d’Inchiesta e Vigilanza sul fenomeno della mafia in Sicilia, Nicola Macaione editore, Anna Maria Balistreri, Assessore alla Cultura del Comune di San Giuseppe Jato (Comune che ha presentato in anteprima il libro) Ignazio Maiorana, direttore de L’Obiettivo (testata giornalistica che pubblicava tutti gli articoli di Michele Pantaleone) e il giornalista Roberto Puglisi, Coordinatore di Livesicilia.it.

Per l’occasione, all’ acquisto del libro verrà omaggiato”Ora la sacciu ora la dicu”, preziosa pubblicazione che raccoglie tutti gli articoli scritti da Michele Pantaleone, sottoscrivendo l’abbonamento annuale al periodico d’informazione L’Obiettivo.


Di seguito la bibliografia di Michele Pantaleone:

I casi di Villalba ovvero del malcostume amministrativo del paternalismo e delle complicità. Un Grosso scandalo che va oltre i confini di un piccolo paese, Palermo, Priulla, 1957.
Alcu
ni aspetti dell’economia agricola siciliana, Palermo, La cartografica, 1960.
Mafia e
politica. 1943-1962, Torino, Einaudi, 1962; 1978.
Mafia e dr
oga, Torino, Einaudi, 1966.
Antimafia: oc
casione mancata, Torino, Einaudi, 1969.
Il sasso in bocc
a. Mafia e Cosa nostra, Bologna, Cappelli, 1970.
L’industria del pot
ere, Bologna, Cappelli, 1972.
La mafia oggi, in La m
afia, Catania, LiTES, 1972.
L’
antimafia in tribunale,
Napoli, Centro editoriale del Mezzogiorno, 1976.
Un processo a Palermo, Paler
mo, Misuraca, 1979.
A cav
allo della tigre, Palermo,
Flaccovio, 1984.
Il sonn
o e la ragione. Cultura, ed
itoria ed informazione in Sicilia oggi, con Giuseppe Zagarrio, Nino Recupero, Giancarlo Lo Curzio e Graziella Priulla, Pozzallo, Culturanuova, 1984.
Mafia:
pentiti?, Bologna, Cappelli, 1
985.
Mafia e antima
fia, Napoli, Pironti, 1992
. ISBN 88-7937-038-3.
Omertà di stato. Da Salvatore Giuliano a To
tò Riina, Napoli, Pironti, 1993

Solo l’Amore Crea

GIARRATANA – GIORNATA DELLA MEMORIA: spettacolo teatrale multimediale “Solo l’Amore Crea” di e con Agostino De Angelis

Solo l'Amore Crea

«Lei non ha capito nulla della vita…l’odio non serve a niente… Solo l’amore crea!»
Queste furono le ultime parole del Padre polacco Massimiliano Kolbe al suo boia nel campo di concentramento di Auschwitz.
Ed è proprio attraverso le  parole del “martire dell’ amore” beatificato da papa Paolo VI e santificato da Giovanni Paolo II e di altre memorabili testimonianze, che l’attore- regista Agostino De Angelis, porterà in scena il 31 Gennaio 2015 alle ore 21.00 presso la Basilica di S. Antonio Abate nel borgo ibleo di Giarratana, lo Spettacolo Teatrale Multimediale che trae il titolo proprio dalle parole del Santo.
In occasione della Giornata della Memoria 2015, “Solo l’Amore Crea” vuole offrire al pubblico, attraverso il potente mezzo del teatro, lo spunto per una doverosa riflessione facendo rivivere la memoria storica, sensibilizzando le coscienze alle atrocità commesse.
Gli interpreti, Bartolo Mineo, Maria Catena Baldanza, Martina Lauretta, Adriano Longo, Carmela Dell’Albani, daranno voce ad alcune testimonianze, più e meno celebri, tra le quali quelle di Liliana Segre, Anna Frank, Piero Terracina, Primo Levi, Doris Greenberg ed altri. Le toccanti immagini proiettate si mesceranno al commento musicale dal vivo di Anna Litrico ed al coro delle voci della Parrocchia Maria Ss. Annunziata e S.Giuseppe … proprio per non dimenticare.
Per l’occasione faranno da cornice alla rappresentazione le tele di scena di Cetty Midolo e Marika Cassone mentre Aurora Boreale Atelier curerà gli abiti di scena, Arte in Testa con Erica Balsamo si occuperà sapientemente del trucco e delle acconciature.
L’evento è patrocinato dalla Regione Siciliana, Comune di Giarratana,  Archeologia Viva, Rassegna Internazionale del Cinema Museo Civico Rovereto e dall’ Istituto di Istruzione Superiore Statale “Roberto Rossellini” di Roma e vedrà coinvolti attivamente proprio alcuni validi studenti del cine-tv che potranno mettere in pratica le loro competenze nella ripresa video.
Lo spettacolo, inserito nel Progetto Nazionale 2015 “Luoghi, Memorie e Personaggi della Storia”  promosso dalla Diocesi di Ragusa e dalla Parrocchia Maria Ss. Annunziata e S.Giuseppe, è organizzato dall’ Associazione TerraAntica in collaborazione con Extramoenia e ArchéoTheatron. Ingresso Libero.

Solo l'Amore Crea

Il gigante controvento

A Villa Niscemi “Il Gigante controvento” Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Professore Salvatore Lo Bue e il giornalista Mario Azzolini presentano il libro di Gino Pantaleone che racconta la vita contro la Mafia di Michele Pantaleone.

gigante

Spazio Cultura
Libreria Macaione
Via M.se di Villabianca, 102
Palermo Tel. 091 6257426

A Villa Niscemi (Sala degli Specchi) “Il Gigante controvento”
Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Professore Salvatore Lo Bue e il giornalista Mario Azzolini presentano il libro di Gino Pantaleone che racconta
“Michele Pantaleone: una vita contro la mafia”.

Venerdì 9 gennaio alle ore 17:30 a Villa Niscemi (Sala degli Specchi) verrà presentato il volume edito da Spazio Cultura Edizioni “Il Gigante controvento. Michele Pantaleone; una vita contro la Mafia” scritto da Gino Pantaleone.

Michele Pantaleone è stato uno scrittore, giornalista e politico italiano, studioso del fenomeno mafioso. Un personaggio, fortemente scomodo ai più, è stato il primo a denunciare le connivenze tra mafia e politica. Ha, come afferma Gino Pantaleone, sempre viaggiato in direzione ostinata e contraria, un Gigante Controvento appunto.

Il libro, curato nella vesta grafica da Francesca Villa e nell’editing da Anna Maria Balistreri, ha la prefazione di Lino Buscemi, la postfazione di Tommaso Romano ed un contributo di Carlo Marchese; è corredato da una ricca iconografia sia di immagini inedite che di documenti originali e la copertina è impreziosita da un dipinto del 1975 del maestro Pippo Madè.

All’incontro moderato dal giornalista Mario Azzolini, oltre all’autore, saranno presenti per un dialogo aperto il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il professore Salvatore Lo Bue e l’editore Nicola Macaione.

Da evidenziare che Gino Pantaleone il 12 dicembre 2014 a Palazzo delle Aquile, a Palermo, gli è stato insignito del “Premio Gaia 2014″ per la divulgazione della cultura alla legalità.

Di seguito la scheda del libro

Gino Pantaleone è un poeta e scrittore palermitano. Ha pubblicato tre raccolte di poesie, Urla di dentro (Libroitaliano 1996), Io così, se volete (Accademia Costantiniana di Lettere e Arti di Palermo 1997) e Il vento occidentale (Libroitaliano World 2007). È stato premiato in alcuni concorsi letterari, tra cui il Concorso Nazionale di Poesia organizzato dall’Associazione Accademica del Premio Internazionale Prometeus e il concorso Nazionale Pablo Neruda. Nel 1997 l’Accademia Costantiniana di Lettere e Arti gli ha conferito la nomina di Socio Accademico «in riconoscimento dei servigi resi alla cultura». Ha relazionato in diverse conferenze e convegni letterari e alcuni interventi sono stati pubblicati. Molte poesie sono state inserite in antologie e alcune sono diventate testi di musica contemporanea. Di recente l’Empire International Club gli ha conferito il premio per la saggistica biografica per il libro Non dobbiamo aver paura (Gruppo Editoriale L’Espresso, 2012) per «aver squarciato il silenzio sull’ opera di Michele Pantaleone».

“Il Gigante Controvento nasce dalla minuziosa, appassionata ricerca di Gino Pantaleone (singolarmente omonimo del grande Michele) il quale, fra non poche difficoltà e sacrifici, ha impedito che si perpetuasse l’incredibile quanto ingiusta azione di rimozione dalla memoria collettiva di uno scrittore e di un uomo politico, che ha avuto il merito storico e letterario di accendere i fari sulla mafia e sulle connivenze con la politica e di avere parlato per la prima volta di antimafia. Un libro senz’altro necessario per far conoscere alle giovani generazioni e al vasto pubblico un intellettuale e un politico che ha speso la sua vita per liberare la Sicilia dalle tante mafie, che ancora l’affliggono”.

Lino Buscemi
Data di Pubblicazione: Luglio 2014
ISBN: 8894006905
ISBN-13: 9788894006902
Pagine: 336

€ 18,00

Titolo: Il gigante controvento. Michele Pantaleone. Una vita contro la mafia
Autore: Gino Pantaleone

 

Santa Lucia, tra Venerazione e Martirio

EXTRAMOENIA RENDE OMAGGIO ALLA SANTA PATRONA DI SIRACUSA

bello della baida
La città di Siracusa in queste festività prenatalizie sta vivendo un momento religioso importante, l’arrivo da Venezia delle spoglie di S. Lucia. A chiusura della settimana dei festeggiamenti della Santa Patrona, l’associazione Extramoenia in collaborazione con l’Arcidiocesi di Siracusa, la deputazione della Cappella di Santa Lucia e l’associazione ArchéoTheatron organizza la rappresentazione teatrale religiosa “Santa Lucia, tra Venerazione e Martirio” per la regia e adattamento di Agostino De Angelis. Il presidente di Extramoenia, Marco Scuotto, ha voluto, come cittadino, rendere un omaggio alla S. Patrona, come fatto già in passato attraverso una rappresentazione teatrale che ha avuto grande successo. Questa volta l’evento è straordinario così come il luogo scelto, la Chiesa di Santa Lucia alla Badia, dove la tela del Caravaggio diviene la scenografia, storia divina nella storia. Lo spettacolo, un excursus sulla breve vita della Santa e sul suo martirio, sarà portato in scena lunedì 22 dicembre alle ore 21:00. Ad interpretare la Santa sarà la giovane attrice Giulia Acquasana accompagnata dalle voci narranti Lucia Imprescia, Marika Cassone e recitante Marco Scuotto, letture dei ragazzi Giulio Scariolo, Samuele Calleri, Virginia Rubera, nel ruolo di Pascasio Federico Rubera con i soldati Piero Veneziano, Corrado Drago, Rudi Miceli, Massimo Vasques eseguiranno il processo. Non poteva mancare la musica dal vivo alla chitarra del M° Valerio Massaro, alla batteria il giovane Massimiliano Pulvirenti e la voce del tenore Dario Adamo. Da cornice alla scenografia i tableaux vivant dell’Ass.ne Immaginazione, gli abiti della stilista Stefania Frasca Aurora Boreale Atelier e i costumi e attrezzature di CostumArte, fotografia Tony Mazzarella. Come sempre il regista De Angelis ci regalerà un’altra performance di alta cultura religiosa e il binomio perfetto tra professionisti e giovani talenti, una sinergia con il pubblico e la stessa città. Ingresso Libero.

santa lucia alla badia

Teatro nei “luoghi della storia e della memoria”

IL REGISTA AGOSTINO DE ANGELIS RENDE OMAGGIO A PALAZZO BARONE CON LO SPETTACOLO NOVECENTO
frouscini
frofroL’idea è nuova, le emozioni autentiche, il luogo Palazzo Barone di Giarratana a pochi chilometri da Ragusa, che ospita il Museo Ibleo dell’Emigrazione; qui, l’attore regista Agostino De Angelis ha pensato di mettere in scena un suo spettacolo teatrale “Novecento”. Lo stesso è noto al pubblico italiano per la sua scelta e per la convinzione che la novità dei nostri tempi, sia quella di portare il Teatro nei “luoghi della storia e della memoria”, per questo ha ottenuto da Ministero dei Beni Culturali e Soprintendenze i maggiori siti di interesse nazionale e internazionale.
“I luoghi” rappresentano l’anima delle città, per questo il regista ha scelto la nobile location che racchiude in sé le memorie e la storia del territorio ragusano con le speranze e le lacrime di coloro i quali nel ‘900 furono costretti a lasciare la propria terra in cerca di fortuna.
Lo spettacolo, due serate il 29 e 30 Novembre 2014 alle ore 20:45, nell’auditorium di Palazzo Barone si inserisce a chiusura di una manifestazione più ampia, ideata dallo stesso De Angelis e organizzata dalle associazioni Extramoenia e ArchéoTheatron, in collaborazione con la Regione Siciliana, il Comune di Giarratana e alcune realtà del territorio, su arte, cultura ed enogastronomia. Lo spettacolo è pensato e ideato con l’intento di far rivivere i colori della memoria attraverso un cammino nel tempo che ci mostri la vita trascorsa, affinché ciascuno ritrovi nel racconto le origini della storia e delle tradizioni. Si tratta di un viaggio nella letteratura, nelle tradizioni e nelle manifestazioni culturali del primo Novecento, con interpretazione di brani e testimonianze letterarie legate soprattutto a scrittori quali Baudelaire, Neruda, Quasimodo, Montale, ma anche ad altri noti per i testi in dialetto siciliano. Un atto unico attraverso le voci recitanti di Marco Scuotto, Bartolo Mineo, Anna Litrico, Adriano Longo, Valentina Puccio, Maria Catena Baldanza, Martina Lauretta, il commento musicale del M° Valerio Massaro, la voce del Tenore Dario Adamo, del canto popolare di Nicoletta Caravello e del gruppo folkloristico Nunn è Lapa né Musca. Ingresso Libero.