La rete di protezione

Andrea Camilleri books

Andrea Camilleri

Andrea CamilleriLa rete di protezione

Mentre Vigàta è in subbuglio per le riprese di una fiction ambientata nel 1950, Montalbano è alle prese con un doppio mistero, uno che affiora dal passato e l’altro che lo porta a immergersi nel mondo per lui nuovo dei social, fra profili facebook, twitter e blog. 

Una quotidianità sventatamente rapinosa, da fiera o luna park, sconcia Vigàta. Il villaggio è diventato il set di una fiction prodotta da una televisione svedese. Per falsare il paesaggio urbano e riportarlo indietro, fino agli anni Cinquanta, i tecnici si sono ispirati ai filmini amatoriali recuperati dalle soffitte. La mascherata cinematografica prevede di coinvolgere persino il commissariato, messo a rischio di subire l’oltraggio di un’insegna che lo dichiara «Salone d’abballo». Un’eccitazione pruriginosa monta attorno alle attrici svedesi e minaccia gli equilibri coniugali. Durante il ricevimento per il gemellaggio tra Vigàta e la baltica Kalmar arriva anche il finger food. Montalbano ribolle d’insofferenza; gli appare «tutto fàvuso». Temperamentoso com’è, cerca luoghi solitari. E tiene testa alla situazione. Dalla polvere di scartoffie dimenticate sono emersi, durante la ricerca delle domestiche pellicole d’epoca, sei filmini datati che, per sei anni di seguito, sempre nello stesso giorno e nello stesso mese, riprendono con ossessione il biancore ottuso di un muro. Montalbano è sfidato a leggere dentro quello spazio vuoto e rituale la trama, il giallo che si dà e si cancella: angosciosamente schivo ed enigmatico; forse intollerabile. Diversamente peritosa è l’altra inchiesta che, attraverso un episodio di bullismo misteriosamente complicato da una incursione armata a scuola, porta Montalbano a misurarsi generosamente (lui non più giovane) con l’intensità sagace e luminosa di adolescenti che socializzano attraverso skype; e, con lo slancio fiducioso di nuovi argonauti, affidano la loro fragile tenerezza all’avventura della rete.
Fra argute intemperanze e astuzie varie, Montalbano riafferma le sue qualità rabdomantiche che lo fanno archeologo di trame sepolte e di esistenze nascoste, oltre che sottile e lucido analista di quella «matassa ’ntricata che è l’anima dell’omo in quanto omo». Irritato dalla volgarità geometrica e aggressiva del falso, si prodiga per risolvere due casi delicatissimi collocati in quella plaga morale, labile e sfumata, che non rende mai del tutto colpevoli o del tutto innocenti ed esige indagini riguardose ed emozionalmente partecipi: tra «protezione» e verità rivelata (ovvero scoperta e di nuovo velata, per non renderla insopportabile o sconvenientemente perniciosa). Non stupisce che Montalbano, in questo grande romanzo dell’introspezione, e del confronto pensoso con il disagio, si dichiari lettore e ammiratore della commedia di Jean Giraudoux, La guerra di Troia non si farà; e citi la battuta con la quale Ulisse si congeda da Ettore, ricordando le rispettive mogli per rendere intimamente credibile la solidarietà data affinché la guerra non ci sia: non è questione di semplice «noblesse», di generica nobiltà d’animo, dice; e tira fuori la carta segreta: «Andromaca ha lo stesso battito di ciglia di Penelope».    Salvatore Silvano Nigro

2017

La memoria n. 1066

304 pagine

EAN 9788838936555

Formato e-book: epub

Protezione e-book: acs4

LIBRO 14,00 euro

E-BOOK 9,99 euro

 

Berlino in Arte 2018

Berlino in arte 2018

Berlino in Arte 2018
Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea

Dal 2 al 7 marzo 2018
Vernissage venerdì 2 marzo dalle ore 18 alle 20
Presso Auguststr. 35, BERLINO

Espongono gli artisti:

Veronika Ban, Cor Fafiani, Memo Fornasari, Johannes Genemans, Stefano Iosca, Stefania M.T. Pellegatta, Paolo Remondini, Julio Saldana Manero, Antonio Salinari, Roswitha Schablauer, Georgeta Stefanescu

Torna per il quinto anno consecutivo a Berlino l’immancabile appuntamento con la mostra “Berlino in Arte”, curata dall’équipe dello storico dell’arte italiano Sabrina Falzone e dedicata all’arte contemporanea internazionale. L’esposizione, che sarà visitabile nella prima settimana di marzo nel dinamico quartiere berlinese del Mitte, vedrà la partecipazione di artisti provenienti da ogni parte del mondo.

Dall’Italia provengono non solo le opere di un artista del Novecento, Memo Fornasari, vissuto tra il 1910 e il 1982, ma anche degli autori contemporanei Stefano Iosca, Stefania M.T. Pellegatta, Paolo Remondini e Antonio Salinari, particolarmente attivi sulla scena artistica italiana. Dalla Spagna arrivano nella capitale tedesca le opere di Julio Saldana Manero, dall’Austria i dipinti di Roswitha Schablauer e dalla Svizzera l’opera “Entre” realizzata dalla rinomata romena Georgeta Stefanescu. Inoltre, in mostra sarà possibile ammirare anche le sculture di due artisti d’origine olandese Johannes Genemans e Cor Fafiani.

Dulcis in fundo, nella saletta interna dello spazio espositivo August 35 verrà allestita la personale della pittrice attualmente in voga a Berlino, Veronika Ban, d’origine slovena ma d’adozione berlinese.

Così la Auguststrasse, la famosa “via delle gallerie”, sarà teatro di nuove tendenze d’arte dal 2 marzo. Un evento da non perdere.

Berlino in Arte 2018
Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea

Dal 2 al 7 marzo 2018
Vernissage venerdì 2 marzo dalle ore 18 alle 20
Presso Auguststr. 35, BERLINO

Espongono gli artisti:

Veronika Ban, Cor Fafiani, Memo Fornasari, Johannes Genemans, Stefano Iosca, Stefania M.T. Pellegatta, Paolo Remondini, Julio Saldana Manero, Antonio Salinari, Roswitha Schablauer, Georgeta Stefanescu

Torna per il quinto anno consecutivo a Berlino l’immancabile appuntamento con la mostra “Berlino in Arte”, curata dall’équipe dello storico dell’arte italiano Sabrina Falzone e dedicata all’arte contemporanea internazionale. L’esposizione, che sarà visitabile nella prima settimana di marzo nel dinamico quartiere berlinese del Mitte, vedrà la partecipazione di artisti provenienti da ogni parte del mondo.

Dall’Italia provengono non solo le opere di un artista del Novecento, Memo Fornasari, vissuto tra il 1910 e il 1982, ma anche degli autori contemporanei Stefano Iosca, Stefania M.T. Pellegatta, Paolo Remondini e Antonio Salinari, particolarmente attivi sulla scena artistica italiana. Dalla Spagna arrivano nella capitale tedesca le opere di Julio Saldana Manero, dall’Austria i dipinti di Roswitha Schablauer e dalla Svizzera l’opera “Entre” realizzata dalla rinomata romena Georgeta Stefanescu. Inoltre, in mostra sarà possibile ammirare anche le sculture di due artisti d’origine olandese Johannes Genemans e Cor Fafiani.

Dulcis in fundo, nella saletta interna dello spazio espositivo August 35 verrà allestita la personale della pittrice attualmente in voga a Berlino, Veronika Ban, d’origine slovena ma d’adozione berlinese.

Così la Auguststrasse, la famosa “via delle gallerie”, sarà teatro di nuove tendenze d’arte dal 2 marzo. Un evento da non perdere.

Info:
Vernissage: venerdì 2 marzo h.18.00/20:00
Indirizzo: August 35, Auguststr. 35, 10119, BERLINO
Orari di apertura dal 3 al 7 marzo: h.16.00/19.00; chiuso mercoledì
Ingresso libero

FlowerStone – Pro Zep Tribute

Il progetto FlowerStone coinvolge cinque musicisti professionisti che hanno deciso di condividere una ricerca approfondita e dettagliata sulle atmosfere e sulle sonorità create dai Led Zeppelin.

Gli strumenti, quasi tutti costruiti fra gli anni ’60 e ’70, sono sostanzialmente identici agli originali utilizzati dai Led Zeppelin, perfino in alcune modifiche all’elettronica delle chitarre e degli amplificatori eseguite da tecnici di altissimo livello che vantano collaborazioni internazionali.

L’influenza dei Led Zeppelin sulla musica contemporanea è immensa ed indiscutibile; la loro vena creativa inesauribile. Il progetto nasce dalla necessità di preservare e divulgare un certo modo di fare musica: l’estrema varietà di stili delle composizioni e la struggente energia che i Led Zeppelin esprimevano sul palco devono essere riproposte in concerti dal vivo.

Questo necessita di un’attenta ricerca filologica e un lavoro di studio approfondito e dettagliato sulle esecuzioni originali della leggendaria band londinese, intese come vere pagine di Storia della Musica.

“FlowerStone performs Led Zeppelin” è stato presentato per la prima volta in Italia nell’estate 2009, ed è in corso l’organizzazione di un tour in nord Europa; il 28 aprile 2011 hanno suonato con Jon Lord, organista dei Deep Purple, al teatro “Golden” di Palermo.

FlowerStone – I Can’t Quit You Baby from FlowerStone – Pro Zep Tribute on Vimeo.

I FLOWERSTONE SONO:
Marco Riggio, vocals
Massimo Avellone, chitarra
Fabio Caiozzo – keyboards
Gigi Cristiano, basso
Simone Scamardi, batteria

Facebook

Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne

spettacolo, testimonianze e reading di letture, ideato da Agostino De Angelis

Cerveteri, Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne,
spettacolo, testimonianze e reading di letture, ideato da Agostino De Angelis

Giornata Mondiale contro la Violenza sulle DonneIl 25 Novembre, in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, sará dedicato a Cerveteri nell’aula Consiliare del Palazzo del Granarone, lo spettacolo teatrale multimediale “La Donna nella Storia, tra Amore e Tragoedia” di e con l’attore-regista Agostino De Angelis.
L’appuntamento organizzato dall’Associazione culturale ArchéoTheatron e promosso dal Comune di Cerveteri, Assessorato alle Politiche Culturali, sará strutturato con un reading di letture sul mondo femminile, interpretate da De Angelis con il coinvolgimento degli studenti degli Istituti scolastici di Cerveteri, S. D’Acquisto e Mattei, accompagnati dalla musica e canto di Francesco di Cicco e proiezioni di immagini e filmati.
In scena alcune opere dedicate al mondo femminile, dell’artista Carlo Grechi e il movimento coreografico dell’Etruria Dance Company di Alessandra Ceripa.




L’incontro, rivolto al pubblico e agli studenti, nasce per porre un’attenta riflessione su un tema di spaventosa attualità; ancora oggi, in tutto il mondo,le donne sono vittime di violenza e di dignità negata. Per dare testimonianza sul ruolo che la donna riveste nella nostra societá interverranno al tavolo istituzionale, il Sindaco Alessio Pascucci, gli Assessori Battafarano e Cennerilli, Coop Karibù, l’avv. Susanna Bambini dello sportello antiviolenza e le associazioni: Se Non Ora Quando, Maraa Onlus, Scuolambiente e Auser di Cerveteri e parteciperanno nello spettacolo: Alessandra Ceripa, Anna De Santis, Tina Di Bitonto, Anna Lisa Belardinelli, Quinta Donnini, Angela Gemelli, Sonia Signoracci, Manila Rosa,Ombretta Del Monte e, il Cavaliere della Repubblica Italiana, Gea Copponi; donne del territorio che daranno un loro contributo con un messaggio contro la violenza.
La manifestazione inizierà a partire dalle ore 9.30 con ingresso libero.

Cerveteri, Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne,

Studiare cetacei e tartarughe marine nello Stretto di Messina

Studiare cetacei e tartarughe marine nello Stretto di Messina

Studiare cetacei e tartarughe marine nello Stretto di MessinaBuongiorno,
con la presente, abbiamo il piacere di informarla dell’apertura delle iscrizioni ai corsi su cetacei e tartarughe marine 2017-2018 organizzati dalla società di ricerca Necton nell’area dello Stretto di Messina.

Studiare cetacei e tartarughe marine nello Stretto di Messina

Nella speranza che possiate supportarci nella diffusione della notizia,alleghiamo programma integrale e locandina che potrete liberamente utilizzare per completare un eventuale pezzo.

Studiare cetacei e tartarughe marine nello Stretto di Messina

Ringraziandovi in anticipo per quanto possiate fare, restiamo a Vostra disposizione per eventuali richieste e porgiamo i più cordiali saluti.

 

NECTON <info@necton.it>

Programma corsi 2017-2018

LOCANDINA corsi 2017-2018