La Spia

Monreale, Sicily

La Spia – contro ogni forma di mafia

  • Pozzallo, arrestati due scafisti
    La Polizia a seguito dello sbarco di giorno 15 dicembre, è riuscita comunque a raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di: CAMARA Yunisa, nato in Gambia il 06.03.1995 e a carico di GUORBAYE Nefatou, nato in Gambia il 01/01/1993. I migranti provenienti dal centro Africa sono stati ospitati presso l’Hot Spot di Pozzallo per essere visitati, identificati e trasferiti in altri centri. MODALITA’ DI SOCCORSO IN MARE Alle ore 5.36 del 14.12.2016 a seguito di segnalazione di MRCC Roma, la PSV “Asso Venticinque” a seguito della segnalazione da parte del MRCC di Roma ha soccorso un gommone carico di migranti. Alle ore 07.05 dello stesso giorno veniva ricevuto nuovo aggiornamento sulla posizione del natante e l’Asso Venticinque” avvistava il predetto gommone ed iniziava subito le operazioni di messa in sicurezza e di trasbordo dei migranti che iniziavano alle ore 09.25 e terminavano alle ore 10.00 con il salvataggio di 179 persone di cui 6 donne, 4 bambini e 169 uomini. Dopo aver effettuato un altro soccorso ed essersi incontrata con la nave maltese P62 la PSV “Asso Venticinque”, su disposizione di MRCC Roma si dirigeva verso il porto di Porto di Pozzallo ove giungeva alle ore 18.50 del 15/12/2016. LE INDAGINI Gli uomini della Polizia di Stato – Squadra Mobile Questura di Ragusa – con la partecipazione di un’aliquota della Guardia di Finanza ed una dei Carabinieri, hanno sottoposto a fermo 2 scafisti riconosciuti dai migranti come coloro che hanno condotto i gommoni soccorsi. Le indagini sono state avviate nell’immediatezza ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-17By Redazione
    3 months ago
  • Ragusa, un arresto e due denunciati per spaccio di droga
    Intensificati i servizi di prevenzione dei reati in genere a ridosso del periodo natalizio nella città di Ragusa. Nel pomeriggio di ieri è stato effettuato un servizio nei pressi di Piazza Zama, sulla scalinata dove di solito si radunano ragazzi giovanissimi. Al momento dell’intervento delle pattuglie dei carabinieri di Ragusa alcuni di loro sono riusciti a scappare mentre tre di loro sono stati fermati e controllati. Il più grande 19enne aveva 8 dosi di marijuana pronte per lo spaccio ed era in compagnia del fratello minore che ha solo 17 anni e che aveva con sé 330euro, sicuro provento dell’attività di spaccio praticata nel pomeriggio. Il terzo ragazzo, anch’egli 17enne aveva altre 7 dosi di marijuana ed in casa un bilancino di precisione. Per il maggiorenne, che ha già precedenti per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti sono scattate le manette per il medesimo reato ed è ora ai domiciliari. I minori sono stati denunciati all’a.g. competente. The post Ragusa, un arresto e due denunciati per spaccio di droga appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-17By Redazione
    3 months ago
  • Vittoria, denunciate 8 persone dai Carabinieri
    Nel corso della nottata appena trascorsa, in concomitanza con le Festività natalizie, sono stati effettuati controlli straordinari da parte dei Carabinieri in tutta la giurisdizione della Compagnia di Vittoria. Il bilancio complessivo è di 8 persone denunciate in stato di libertà, 2 veicoli oggetto di furto recuperati e 4 patenti ritirate, ritrovato materiale ferroso poco prima trafugato del valore di svariate migliaia di euro, elevate 14 contravvenzioni per un totale di 40 punti decurtati, 126 veicoli controllati e 182 persone identificate, oltre 30 soggetti destinatari di misure alternative alla detenzione carceraria controllati. In particolare, ad Acate, nella Contrada di Macconi, i Carabinieri della locale Stazione hanno perquisito diversi casolari di campagna, rinvenendo in due di essi altrettanti mezzi rubati, nello specifico due motorini, denunciando gli illegittimi possessori per ricettazione: si tratta di due rumeni, B.C., 23enne, e L.C., 27enne. I mezzi sono già restituiti ai legittimi proprietari. Sempre in area rurale, ma in territorio vittoriese, un insospettabile 55enne, C.M., è stato sorpreso da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile in possesso di diversi quintali di materiale ferroso, costituito da grate e attrezzi per l’edilizia, sottoposti a sequestro in attesa della restituzione agli aventi diritto: se venduta al mercato nero, l’intera refurtiva avrebbe fruttato svariate migliaia di euro. Sempre in territorio ipparino un giovane incensurato di 19 anni, D.V., è stato “pizzicato” con mezzo quintale di arance rubate che, prontamente recuperate dai militari, sono state riconsegnate al proprietario dell’azienda agricola cui erano state sottratte: il giovane è stato deferito in stato di libertà ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-17By Redazione
    3 months ago
  • Le leggi in Italia valgono solo per i cittadini?
    Quante volte abbiamo sentito ripetere che il nostro è un Paese democratico regolato da leggi che vanno rispettate da tutti ? Tantissime volte e a seconda dell’opportunità del momento e di chi recita l’annuncio, affermato con particolare enfasi quasi a voler convincere anche i più scettici che le cose stiano davvero così. Magari fosse vero!  In tal caso avremmo la certezza di vivere in un Paese nel quale non ci sarebbe spazio né per i furbi né per i potenti che riescono a non osservare le leggi vigenti e rimanere impuniti. E quante volte, soprattutto negli ultimi anni, ci siamo sentiti dire che il varo di nuove leggi, quelle che debbono ulteriormente spremere i cittadini “limoni” sono leggi la cui applicazione è richiesta dall’Europa ? Troppe volte e in qualche caso si è anche appreso che l’affermazione fosse parzialmente vera. Al di là delle menzogne, a prescindere dagli opportunismi utilizzati per tartassare questo povero popolo, sono profondamente convinto che le leggi vadano osservate perché il contrario prefigura una situazione di anarchia ma è intollerabile che a doverle osservare siano solo quelli che non hanno Santi in Paradiso e chi non si attrezza per fare il furbetto. Esiste da tempo una legge europea che prevede il rimborso delle tasse aeroportuali in caso di mancato imbarco sull’aereo prenotato e per il quale si è già pagato il biglietto. Le furbone delle compagnie aeree hanno posto in essere un sistema per la richiesta del rimborso che presuppone un costo telefonico pari all’importo ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-16By Giombattista Ballaro'
    3 months ago
  • Vittoria, la “mafia” delle Agenzie Funebri: denunciato Salvatore Melfi
    La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariato di Vittoria – ha denunciato Salvatore Melfi, vittoriese di 55 anni, titolare di un’agenzia di onoranze funebri di Vittoria (RG), per ricettazione. Agenti della squadra amministrativa del Commissariato di Vittoria ieri mattina si sono recati presso l’agenzia di onoranze funebri al fine di effettuare un controllo di routine per accertare la regolarità delle licenze, così come disposto dal Questore di Ragusa. Considerato che sin dai primi istanti emergeva palesemente che all’interno venivano custoditi medicinali e apparecchiature sanitarie di sospetta provenienza, veniva richiesto l’ausilio della Squadra Mobile che immediatamente andava ad accertare i fatti, avviando brevi ma proficue indagini. Melfi non sapeva giustificare la detenzione delle medicine e di quelle apparecchiature, tra le altre bombole di ossigeno, 5 letti e materassi antidecubito, 10 sedie a rotelle, stampelle, tutti di proprietà dell’ASP di Ragusa, molte delle quali con ancora impressa la targhetta riportante la dicitura “Azienda U.S.L. 7” RAGUSA. Dopo un difficoltoso inventario durato 10 ore, gli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di Vittoria hanno sequestrato tutto, affidando il materiale in giudiziale custodia all’ospedale di Vittoria, luogo dove di sicuro è stato trafugato. Convocati i responsabili dell’Azienda Sanitaria, che immediatamente hanno collaborato alle indagini, è stato possibile appurare che quasi tutto il materiale fosse di provenienza ospedaliera, salvo alcuni oggetti per i quali non è stato possibile verificare con certezza la provenienza ma che molto probabilmente sono stati trafugati sempre dal nosocomio. Da primi accertamenti, sembra che il titolare dell’agenzia offrisse anche ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-16By Redazione
    3 months ago
  • Processo “Stato-mafia”: assoluzione Mannino, appello Pm “Furore demolitorio”
    “Furore demolitorio”, “argomentazioni spesso prive di reale motivazione”, “estremamente lacunosa”. Sono alcuni dei termini che i pm della Procura di Palermo hanno utilizzato nell’appello contro l’assoluzione dell’ex ministro Calogero Mannino dall’accusa di minaccia a corpo politico dello Stato. Mannino e’ stato assolto, col rito abbreviato, dal gup Marina Petruzzella che “solo” ad ottobre scorso (quasi nove mesi dopo la sentenza) ha depositato le motivazioni. E infatti i pm chiosano: “invero, le aspettative maturate durante la lunga attesa sono state tradite da una motivazione che e’ risultata estremamente lacunosa, piuttosto confusa nella ricostruzione dei fatti e priva di argomenti di valutazione critica realmente collegati alle emergenze processuali prospettate dall’accusa”. Il provvedimento predisposto dal pool “trattativa” – l’aggiunto Vittorio Teresi e dai sostituti Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene – e’ stato vistato anche dal procuratore della Repubblica, Francesco Lo Voi ed e’ stato reso disponibile dalla tarda mattinata di oggi. Scrivono i pm che “la sentenza impugnata, ad una prima analisi generale, appare percorsa da un singolare furore demolitorio – teso non soltanto alla analisi della posizione dell’imputato, delle sue condotte e del suo apporto causale nella determinazione dell’evento posto a base del capo di imputazione – ma sostanzialmente determinato a smantellare la ricostruzione dei fatti prospettati dall’accusa con argomentazioni spesso prive di reale motivazione e, percio’, apodittiche”. E nella richiesta di appello – 32 pagine e centinaia di allegati – hanno sviscerato ogni riga scritta dal gup Petruzzella: “La prima, macroscopica, incongruenza si coglie nella palese contraddizione ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-16By Redazione
    3 months ago
  • Ragusa, il Presidente del Tribunale, Giuseppe Tamburini, va in pensione
    In attesa che il Csm nomini il sostituto tra una rosa di dieci candidati, il presidente uscente del Tribunale di Ragusa, Giuseppe Tamburini, ha affidato la guida al giudice Salvatore Barracca. Tamburini, sotto tutela, dal processo Tauro di Siracusa (operazione antimafia del febbraio 1996) va in pensione con 48 anni di servizio. Al suo discorso di commiato erano presenti il procuratore di Ragusa, Carmelo Petralia, i giudici Salvatore Barracca e Vincenzo Panebianco, il presidente della Corte di Appello di Catania, Giuseppe Meliadò, il procuratore generale della Corte d’appello di Catania, Salvatore Scalia ed il presidente dell’Ordine degli avvocati iblei, Giorgio Assenza. The post Ragusa, il Presidente del Tribunale, Giuseppe Tamburini, va in pensione appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • Responsabilità personale Sanitario: Verso un Cambiamento Epocale
    Il D.D.L. Gelli  è approdato in  Senato già da diverse settimane, dove pare non dovrebbe subire stravolgimenti e dunque seguire l’iter di approvazione senza grosse sorprese, diventando legge entro giugno, come lo stesso Gelli, relatore della legge d’iniziativa parlamentare che porta il suo nome, ha affermato nell’incontro che si è tenuto presso l’aula Magna della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’ateneo di Catania per discutere, illustrare e spiegare la riforma alla presenza delle autorità dell’ateneo e della Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Vittorio Emanuele di Catania, prof. Pignataro, prof Basile, Dott. Cantaro e dei rappresentanti di governo on. Burtone ed il sindaco di Catania Enzo Bianco. Si tratta della tanto attesa riforma sulla responsabilità professionale del personale sanitario, che come assicura lo stesso Gelli, cercherà di arginare il fenomeno diffuso della medicina difensiva, che oltre ad essere onerosa per le casse dello Stato, provoca seri danni alla salute dei pazienti. “L’elemento che ha ispirato principalmente la riforma – dice, infatti, l’on. F. Gelli- è stato proprio il numero spropositato di contenziosi legali in sanità (circa 300.000), i quali nel 95/98% dei casi finiscono in prescrizione o comunque in un nulla di fatto, andando ad ingolfare inutilmente il sistema giudiziario, altro elemento ispiratore-continua Gelli- è stato l’aver evidenziato come il contenzioso legale in sanità sia direttamente responsabile di un  aumento dei costi per la spesa pubblica sanitaria (circa 10-15ml di euro), a causa di quella che viene definita medicina difensiva, in altre parole l’aumento di prescrizioni di esami inutili ed inappropriati al ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Alessia Sudano
    3 months ago
  • Ragusa, sequestrati dalla Guardia di finanza oltre 220 luci natalizie
    Con l’approssimarsi delle festività natalizie, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Ragusa hanno intensificato, in tutta la provincia, i controlli in materia di sicurezza prodotti. L’attenzione dei finanzieri si è rivolta, tra gli altri, verso alcune tipologie di prodotti, ovvero gli addobbi (soprattutto di natura elettrica) , spesso privi delle prescrizioni e delle etichettature previste dalla legislazione nazionale ed europea a tutela della sicurezza del consumatore. Il piano di interventi predisposto dai militari della Tenenza di Modica ha consentito di individuare otto esercizi commerciali presso i quali sono state rinvenute e sottoposte a sequestro oltre 220 mila luci a LED per addobbi natalizi, destinate ad uso sia interno che esterno, contenute in circa 1.200 confezioni commercializzate in violazione alle norme del Codice del Consumo, centinaia di adattatori elettrici necessari al loro funzionamento, anch’essi non sicuri perché non conformi all’uso ed alla normativa europea di settore, per un valore di mercato di diverse decine di migliaia di euro. La merce ritirata dalla vendita, priva dei requisiti minimi di sicurezza non essendo stata sottoposta ai test di laboratorio previsti per legge, avrebbe potuto generare dei corti circuiti, a causa dell’insufficiente spessore dei cavi elettrici, qualora inserita per diverse ore nelle prese domestiche. I soggetti responsabili, titolari degli esercizi commerciali, sono stati segnalati alle Autorità competenti per l’applicazione delle relative sanzioni amministrative che, per tale tipologia di illecito, risultano essere particolarmente incisive e variabili fino ad un massimo di oltre 25.000 euro. The post Ragusa, sequestrati dalla Guardia di finanza oltre 220 ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • Modica, concorso letterario “Improvvisa…mente”
    “Dov’è questa voce che non riesco a riplasmare? Dove sono tutti coloro che tanto mi sono stati vicino, che han fatto parte di me stesso, nel modo più assoluto, coi quali ho diviso la prima parte della vita, dove sono? È possibile ch’essi siano scomparsi per sempre, senza lasciar traccia alcuna, che non esistono più, veramente non sono come mai fossero stati?” (da Raffaele Poidomani, “Primo Autunno” in Carrube e cavalieri) Le modalità di partecipazione possono essere visualizzate nel bando pubblicato alla pagina facebook dell’evento https://www.facebook.com/improvvisamente.carlopapa/, dove sono pubblicate anche tutte le altre informazioni inerenti il Concorso. Ricordiamo che è possibile partecipare ad una delle due sezioni: “Poesia inedita”, composta da un minimo di 5 ad un massimo di 30 versi e “Racconti brevi”, composti da un massimo di due pagine dattiloscritte, 3600 battute (spazi compresi). Le opere, esclusivamente in lingua italiana, dovranno essere inviate entro le ore 16,00 del giorno 16 dicembre 2016, con le modalità di cui al bando. Saranno selezionati i due migliori componimenti per ognuna delle due sezioni, poesia e prosa. La cerimonia di premiazione si svolgerà il 17 dicembre 2016 a partire dalle ore 18,00 presso la sala delle adunanze della Società Operaia “Carlo Papa” di Modica Alta, nell’ambito di una manifestazione-conferenza dedicata alla figura e all’opera di Raffaele Poidomani. La serata sarà allietata dalla lettura di brani estratti dalle opere di Raffaele Poidomani, con la partecipazione dell’attore modicano Alessandro Romano, e dalla musica del duo Pino e Marcella. The post Modica, concorso letterario “Improvvisa…mente” ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • Ragusa, Messa di Natale “Interforze” con le più alte Autorità civili e militari
    Oggi 15 dicembre 2015, alle ore 11.00, in occasione delle festività natalizie, presso la Cattedrale di S. Giovanni Battista di Ragusa, è stata celebrata la Santa Messa, alla quale sono intervenute le massime Autorità Civili e Militari della Provincia. La cerimonia religiosa, officiata da S.E. il Vescovo di Ragusa Mons. Carmelo Cuttitta, alla presenza del Prefetto di Ragusa Dr.ssa Maria Carmela Librizzi, ha visto la partecipazione numerosa del personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto, della Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato. Mons. Cuttitta ha espresso sentimenti di gratitudine per il personale delle Forze dell’Ordine, che vigila attentamente sul territorio, e rivolge, con grande sensibilità, particolare attenzione all’individuo. Il rito religioso si è concluso con la benedizione di S.E. il Vescovo della Diocesi ragusana per le Forze dell’Ordine e le loro famiglie. La funzione, coinvolgente e molto partecipata, fornisce supporto al clima di collaborazione esistente tra le diverse forze di Polizia. The post Ragusa, Messa di Natale “Interforze” con le più alte Autorità civili e militari appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • Perquisizioni nelle campagne di Vittoria, Polizia arresta un uomo per furto di energia elettrica
    Nel corso dei servizi di prevenzione e repressione dei reati anche in zone rurali la Polizia di Stato, Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria e Squadra Mobile, ha tratto in arresto un vittoriese di 66 anni, B. L., per il reato di furto di energia elettrica. I poliziotti, impegnati in controlli “a tappeto” delle contrade vittoriesi, in via del Solecchiato, nel corso di una perquisizione locale all’interno di caseggiato rurale di una vasta azienda agricola hanno notato che nonostante il contatore risultasse staccato le luci elettriche restavano accese. Sospettando un allaccio abusivo alla rete elettrica veniva contattato il personale specializzato dell’Enel che effettuava alcune verifiche e stabiliva che la fornitura risultava cessata e non auto attivabile ed accertava l’esistenza di un allaccio diretto abusivo alla rete elettrica realizzato con un cavo privato collegato direttamente ai conduttori Enel mediante morsetti a perforazione, tutto occultato da diverse mani di intonaco. L’Autorità Giudiziaria di Ragusa è stata informata dei fatti ed il sostituto Procuratore di turno ha disposto che l’arrestato venisse condotto ai domiciliari presso la sua abitazione di Vittoria. The post Perquisizioni nelle campagne di Vittoria, Polizia arresta un uomo per furto di energia elettrica appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • Ragusa, arresto di un santacrocese per resistenza a pubblico ufficiale
    La segnalazione di un uomo che chiede aiuto in mezzo alla strada, a S. Croce Camerina all’incrocio tra la SP. 85 e la SP. 102, e l’intervento sul posto di una pattuglia dei carabinieri della Stazione di S. Croce camerina e del commissariato di PS di Comiso; tutto fa presagire un intervento per soccorso che invece si trasforma in una scena da film. L’uomo, visibilmente ubriaco, ferma le autovetture in circolazione e le danneggiava con calci e pugni urlando frasi senza senso. L’arrivo di Carabinieri e Polizia non serve però a calmarlo tanto che lo stesso inizia a correre in mezzo alla strada buia creando serio pericolo per sé e per gli automobilisti in transito ed inveendo contro le pattuglie. Dopo un non facile intervento gli operatori riescono a fermarlo e sia un carabiniere che un agente di p.s., presi di mira dai calci e dai pugni dell’uomo riportano lesioni con prognosi di 15 e 10 giorni. L’uomo portato in caserma ed ancora in preda al delirio dell’ubriachezza viene arrestato per resistenza a p.u. e denunciato per oltraggio a p.u..  50enne ed incensurato si trova ai domiciliari presso la sua abitazione.   The post Ragusa, arresto di un santacrocese per resistenza a pubblico ufficiale appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • Ragusa, la costringevano ad essere “schiava” chiedendo l’elemosina: liberata dalla Polizia ed arrestati due uomini
    La Polizia di Stato – Squadra Mobile di Ragusa, Siracusa e Commissariato di Lentini – ha liberato una giovane mamma colombiana ed ha arrestato i rumeni L.C. classe 1995 e D.M. classe 1980 per riduzione in schiavitù e furto aggravato di energia elettrica. La Squadra Mobile di Ragusa veniva informata da un centro antiviolenza ibleo che il numero verde nazionale dedicato alle donne vittime di reato aveva ricevuto una richiesta d’aiuto da New York  dai familiari di una giovane mamma colombiana. I parenti erano disperati perché la congiunta versava in grave pericolo in quanto ridotta in schiavitù dal compagno, nonché padre del bambino e da un altro rumeno. Gli investigatori della Squadra Mobile di Ragusa avviavano immediatamente le indagini, grazie al supporto del centro antiviolenza ed alla formidabile “rete” creata negli anni sul territorio ibleo per la gestione di eventi particolarmente delicati e complessi come questi. Le indagini dopo poche ore portavano gli investigatori a credere che la donna si trovasse nel comune di Lentini, pertanto veniva chiesto supporto alla Squadra Mobile di Siracusa ed al Commissariato di P.S. Dopo i dovuti accertamenti ed il sopralluogo effettuato dagli investigatori ragusani e siracusani, veniva individuata l’abitazione dove probabilmente si trovava la donna. Domenica mattina fin dalle prime luci dell’alba i poliziotti si appostavano davanti casa per effettuare un’attenta attività di osservazione al fine di individuare la donna in pericolo. Effettivamente, i poliziotti notavano che una casa, gravemente lesionata dal terremoto del 1990 e quindi dichiarata inagibile, era stata abusivamente ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • MOSTRA 70° ANNIVERSARIO DEL VOTO ALLE DONNE
    Nell’ambito delle manifestazioni celebrative del 70° anniversario del voto alle donne, che come noto ricorre quest’anno, la  Prefettura ha promosso, con la collaborazione del Comune capoluogo, dell’Archivio di Stato di Ragusa e dell’Università degli Studi di Catania una Mostra documentaria sul tema, che sarà inaugurata domani 16 dicembre alle ore 11.00 nell’Auditorium S. Vincenzo Ferreri a Ragusa Ibla.          In particolare, l’iniziativa – attraverso il materiale bibliografico e fotografico di significativo valore storico-culturale acquisito presso importanti archivi quali l’Archivio Storico della Camera, l’Archivio del Senato, l’Archivio Centrale dello Stato, l’Archivio Luce, l’Archivio RCS e tanti altri, nonché presso prestigiose biblioteche  – ha la finalità di promuovere una riflessione sul lungo percorso compiuto per la conquista del suffragio femminile e mettere in risalto  il significato che la partecipazione delle donne al voto ha rivestito nel processo di affermazione dei diritti politici e dei valori democratici nel contesto nazionale e locale.         Dopo la cerimonia di inaugurazione, che si svolgerà secondo il programma di cui alla locandina-invito che si acclude in copia,  la Mostra rimarrà aperta al pubblico – con ingresso libero – tutti i giorni fino al 6 gennaio prossimo, dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00.           The post MOSTRA 70° ANNIVERSARIO DEL VOTO ALLE DONNE appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • Processo Strage Borsellino, le richieste della Procura: ergastoli ai boss; 8 anni e mezzo Scarantino
    Ergastolo per i boss Salvatore Madonia e Vittorio Tutino, accusati di strage; e per i falsi pentiti, accusati di calunnia, rispettivamente 8 anni e mezzo di carcere per Vincenzo Scarantino, e 14 anni a testa per Francesco Andriotta e Calogero Pulci. Sono le richieste di condanna formulate dai Pm, al termine della requisitoria, davanti alla Corte d’Assise di Caltanissetta, nell’ambito del quarto processo per la strage di via d’Amelio. Le richieste sono state formulate dal procuratore capo Amedeo Bertone che ha riconosciuto il ruolo cruciale nella strage dei presunti boss Madonia e Tutino per i quali e’ stato proposto il carcere a vita; condanne piu’ attenuate per i falsi collaboratori di giustizia Andriotta Pulci e Scarantino accusati di calunnia per le false dichiarazioni rese durante le prime indagini sulla strage. A sostenere l’accusa anche i Pm Stefano Luciani e il procuratore aggiunto Gabriele Paci. L’udienza e’ stata rinviata a gennaio: dal 9 al 13 spazio alle parti civili; a febbraio tocchera’ alla difesa. Poco prima Paci aveva sottolineato che nella gestione della collaborazione di Vincenzo Scarantino, la figura forse piu’ controversa del processo, “c’e’ traccia di abusi, di un pressing asfissiante. Lo strumento del colloquio investigativo venne utilizzato per preparare un soggetto psicologicamente labile. L’ostinazione della pista della Guadagna, imboccata all’inizio delle indagini fu poi perseguita acriticamente. E cosi’ si persegui’ nell’errore”. Si registro’, insomma, “una connivenza fra gli organi investigativi e l’indagato che poi divenne imputato. Un balordo che si atteggiava a mafioso e che viene poi stritolato nel ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-15By Redazione
    3 months ago
  • Ancora droga nelle scuole, la Polizia effettua controlli a Vittoria: tre studenti segnalati
    La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariato di Vittoria – continua i controlli di routine presso gli istituti scolastici della provincia di Ragusa. Ieri, grazie all’aiuto dei cani delle Unità Cinofila della Questura di Catania, sono stati segnalati 3 studenti di una scuola di Vittoria (RG). Gli studenti sono stati segnalati alla Prefettura di Ragusa, dove a breve saranno convocati per l’inizio del percorso previsto dall’Ufficio Territoriale del Governo. La droga è stata rinvenuta facilmente dai poliziotti, anche grazie all’aiuto dei cani “APP” e “SKY” che una volta entrati nelle classi hanno subito individuato gli assuntori e lo stupefacente. Uno dei ragazzi, addirittura, stava confezionando uno “spinello” durante la lezione, in particolar modo aveva tutto l’occorrente sotto al banco ed era intento a preparare una “canna” prima della ricreazione. La marijuana è stata sequestrata per le successive analisi di laboratorio, i giovani non hanno riferito nulla sugli spacciatori, non aiutando la Polizia nelle indagini. Altri controlli sono stati fatti in alcune abitazioni connesse a soggetti che orbitano all’interno ed all’esterno degli istituti scolastici e sono tuttora in corso delicate indagini al fine di individuare se gli spacciatori sono studenti, come gli assuntori, o soggetti che si avvicinano durante l’ingresso e l’uscita da scuola. Continua la piena collaborazione dei dirigenti scolastici ed insegnanti, elemento fondamentale durante questi controlli (spesso richiesti dalla presidenza). Solo la costante buona educazione/prevenzione sull’uso degli stupefacenti e i danni ad essi correlati, può formare adolescenti consapevoli dei rischi che corrono. Di pari ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-14By Redazione
    3 months ago
  • Scoglitti, dopo esposto al Prefetto di Ragusa, Polizia interviene e sequestra alcune moto
    Nelle scorse settimane era pervenuto al prefetto di Ragusa, Maria Concetta Librizzi, un esposto da parte di alcuni genitori che segnalavano che a Scoglitti, tutte le domeniche, si riuniscono dei motociclisti che, a bordo di moto da cross senza targhe, percorrono a forte velocità le vie cittadine e perfino i litorali sabbiosi, mettendo a repentaglio l’incolumità delle persone che passeggiano regolarmente in quei luoghi con i propri bambini. Su impulso del Prefetto di Ragusa, pertanto, sono stati predisposti dei controlli al fine di individuare i gruppi di motociclisti responsabili delle violazioni descritte. La scorsa domenica, a Scoglitti, di mattina, nei pressi della Piazza del porticciolo, una pattuglia del Distaccamento di Vittoria ha proceduto ad effettuare dei controlli nei confronti di alcuni motociclisti in transito per le vie citate. Tra i soggetti controllati, ne sono stati individuati due che erano a bordo di moto senza targhe: un vittoriese di 35 anni, a bordo di una KTM, senza targa, senza alcun documento al seguito e senza assicurazione; l’altro, un ragusano di anni 36, a bordo di altra KTM, anch’egli senza targa e senza alcun documento di viaggio. Nei loro confronti sono stati elevati verbali per un complessivo di 1200 euro con sequestro delle moto. The post Scoglitti, dopo esposto al Prefetto di Ragusa, Polizia interviene e sequestra alcune moto appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-14By Redazione
    3 months ago
  • Vittoria, sigilli ad una discarica abusiva nei pressi del Cimitero
    Continua incessante l’attività delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa a tutela dell’ambiente. Lo scorso 9 dicembre i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Ragusa hanno individuato e sottoposto a sequestro un’area privata estesa per oltre 20.000 Mq,, ubicata nel Comune di Vittoria – zona cimitero comunale – destinata a discarica abusiva. In particolare, sono stati rinvenuti cumuli di materie plastiche provenienti dalle serre agricole, imballaggi plastici di prodotti ortofrutticoli, materiale cementizio e ferroso, pneumatici dismessi e vasche idriche di eternit, per un quantitativo complessivo pari a circa 40 tonnellate. Il sequestro dell’area, avvenuto con il supporto tecnico e la collaborazione di funzionari del “Settore Territorio e Ambiente” del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, già Provincia Regionale, si è reso necessario per evitare ulteriori gravi conseguenze derivanti dall’abbandono e dallo smaltimento illecito di rifiuti. Infatti, si è appurato che il sito in parola è stato più volte utilizzato per bruciare enormi cumuli di materie plastiche, sottraendole così al loro regolare smaltimento. Il proprietario del sito è stato deferito alla locale Autorità Giudiziaria per violazioni in materia ambientale. Allo stesso è stata intimata l’immediata bonifica dell’area, nonché il ripristino dello stato dei luoghi. The post Vittoria, sigilli ad una discarica abusiva nei pressi del Cimitero appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-14By Redazione
    3 months ago
  • Mafia: ‘sistema Messina Denaro’ per gli appalti, arrestato l’imprenditore Rosario Firenze
    Un imprenditore ritenuto vicino a Matteo Messina Denaro e il suo faccendiere sono stati arrestati dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Trapani e del Ros nell’operazione denominata “Ebano”. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere hanno colpito il castelvetranese Rosario Firenze e il suo geometra Salvatore Sciacca, accusati di associazione a delinquere di tipo mafioso, fittizia intestazione di beni, turbata liberta’ degli incanti aggravata dal metodo mafioso e trasferimento fraudolento di beni. In corso inoltre altre quattro notifiche della misura cautelare del divieto di esercitare l’attivita’ d’impresa a carico di altrettanti imprenditori edili di Castelvetrano, e dell’avviso di garanzia di altri quattro indagati tra cui due funzionari del Comune di Castelvetrano e due fratelli di Firenze. Numerose perquisizioni. Gli indagati riuscivano a pilotare le gare da appalto a favore di Rosario Firenze e i proventi finivano nelle tasche della famiglia del latitante. I dettagli saranno resi noti durante una conferenza stampa alle 11, presso il comando provinciale dei carabinieri di Trapani. The post Mafia: ‘sistema Messina Denaro’ per gli appalti, arrestato l’imprenditore Rosario Firenze appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2016-12-14By Redazione
    3 months ago
(Visited 247 times, 1 visits today)