La Spia

Monreale, Sicily

La Spia – contro ogni forma di mafia

  • Scoglitti, Carabinieri arrestano albanese per droga
    Nel corso del pomeriggio di ieri, a Scoglitti, i Carabinieri della locale Stazione hanno effettuato numerose perquisizioni, personali e veicolari, finalizzate a contrastare attivamente la detenzione e lo spaccio di sostanza stupefacente nel territorio di competenza, specie tra i giovani e nei luoghi di loro principale aggregazione. L’attività ha permesso di arrestare un albanese di 30 anni, Dyli Hamdi, fermato mentre transitava a piedi nella centrale via Genova durante un ordinario controllo: l’atteggiamento insofferente mostrato ha fatto subito insospettire i militari, che hanno deciso di effettuare una perquisizione dell’uomo, dal bilancio positivo. Il 30enne, infatti, aveva con sé un ovulo dal peso di quasi sei grammi contenente cocaina e 45 euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività di spaccio: il tutto è stato sottoposto a sequestro penale. E’ scattato così l’arresto per il cittadino albanese, che è stato condotto presso la caserma di via Plebiscito da dove, al termine delle formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Ragusa, a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ibleo, dott.ssa Bisello, dinanzi alla quale dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio. La droga sequestrata, invece, è già stata inviata presso il Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili. The post Scoglitti, Carabinieri arrestano albanese per droga appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-11By Redazione
    2 weeks ago
  • Vittoria, Polizia arresta vittoriese per detenzione armi illegale
    La Polizia di Stato di Ragusa ha tratto in arresto un vittoriese per detenzione di armi illegali. Le indagini a seguito di alcuni furti di armi e dei due colpi di fucile sparati su un’auto di un incensurato la decorsa notte, hanno portato la Squadra Mobile ed il Commissariato di Vittoria ad effettuare diverse perquisizioni. All’interno di un’azienda agricola, un pregiudicato deteneva due fucili rubati. Una delle armi è stata utilizzata da pochissimo e non si esclude possa essere l’arma utilizzata per l’atto intimidatorio ai danni dell’operaio. Le immediate indagini escludono la matrice mafiosa o collegata alla criminalità organizzata. The post Vittoria, Polizia arresta vittoriese per detenzione armi illegale appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-11By Redazione
    2 weeks ago
  • Vittoria, Polizia arresta Giuseppe Chiofalo, ingegnere del Comune
    La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariato di Vittoria – ha eseguito la misura cautelare a carico di CHIOFALO Giuseppe, nato a Messina il 14.03.1963, già dirigente dell’Ufficio Urbanistica del Comune di Vittoria.  L’ingegnere su disposizione del GIP del Tribunale di Ragusa, giusta richiesta della Procura della Repubblica iblea, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la sua residenza a Messina. L’indagine è nata mesi orsono quando al Commissariato di Vittoria era giunta notizia che qualcuno all’ufficio tecnico del comune faceva intendere, a chi presentava istanze a vario titolo, che fosse opportuno rivolgersi solo ad alcuni professionisti collegati a Chiofalo. Le indagini avviate dalla Squadra Mobile e dal Commissariato hanno permesso di appurare, grazie ad intercettazioni telefoniche ed ambientali con microspie posizionate all’interno dell’ufficio tecnico del Comune di Vittoria, che l’Ingegnere Chiofalo in almeno un’occasione aveva indotto una donna a revocare l’incarico ad un professionista di Vittoria per assegnarlo ad una donna ingegnere di Catania dove giustappunto Chiofalo era il titolare dello studio di professionisti. La giovane ingegnere stranamente otteneva la protocollazione dell’istanza proprio da Chiofalo che il giorno dopo la presentazione la sottoponeva alla conferenza deputata a decidere sull’istanza. Quanto messo in atto da Chiofalo è stato da lui ampiamente studiato, tanto che la giovane collega si recava da Catania a Vittoria solo per presentare formalmente la pratica. Alla ragazza appena laureatasi una piccola somma di denaro mentre a Chiofalo una consistente cifra per un lavoro da lui non svolto, ma da lui organizzato ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-10By Redazione
    2 weeks ago
  • Donne e teatro: a Modica è nato T=mc2
    E’ stato presentato mercoledì sera a Modica, presso l’auditorium San Francesco, in piazza delle Donne,  un nuovissimo progetto sperimentale dedicato al teatro. E’ stata scelta la ricorrenza della Festa della Donna per rappresentare un piccolo progetto animato,  dato che T=mc2 è principalmente formato da donne. La direzione artistica è stata affidata al maestro Giancarlo Zanetti e la direzione didattica a Simona Celi che ha spiegato il significato del nome, che fa riferimento alla teoria della relatività di Einstein applicato al teatro. La compagnia T=mc2 non ha voluto anticipare nulla sul programma ricco di rappresentazioni teatrali, che andranno in scena nelle prossime settimane, ma invita i cittadini modicani a seguire la crescita di un progetto ambizioso e che utilizzerà la cultura del teatro per omaggiare la donna. The post Donne e teatro: a Modica è nato T=mc2 appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-09By Giorgio Iabichella
    2 weeks ago
  • A Vittoria sfilano in mille contro l’assalto della mafia nel Ragusano
    A Vittoria, nel Ragusano, un corteo per la legalità sfila oggi per le vie del centro. Dopo l’incendio di tre Tir al mercato ortofrutticolo, le intimidazioni al sindaco Giovanni Moscato, al presidio Caritas di Acate e al giornalista Paolo Borrometi, un migliaio di persone manifesta contro la mafia. “La città sta rispondendo in modo compatto e massiccio – dice il sindaco Moscato – al nostro appello a reagire con orgoglio all’attacco criminale sferrato nelle scorse settimane. Quella di oggi è la risposta dei vittoriesi a chi pensa di mettere sotto scacco un territorio che ha già dimostrato in passato di saper rialzare la testa”. A scendere in piazza è un fronte trasversale: dalla Cgil alle associazioni cattoliche, dal centro Pio La Torre alla Cna. Numerosi i giovani delle scuole. In prima linea anche Confagricoltura: “La mafia deve restare fuori dal mondo ortofrutticolo e noi continuiamo nel nostro impegno teso a monitorare il settore – spiegano Antonio Pirrè e Giovanni Scucces, rispettivamente presidente e direttore provinciale di Confagricoltura – siamo pronti, come organizzazione di categoria radicata sul territorio, a confrontarci con le istituzioni per analizzare possibili soluzioni e ipotesi di lavoro che permettano un maggiore controllo nella filiera, in modo da emarginare le mele marce e rilanciare invece la qualità e la bontà delle produzioni locali che dalla struttura vittoriese raggiungono ogni giorno tutto il mondo”. (FONTE: GIORGIO RUTA PER “LA REPUBBLICA“) The post A Vittoria sfilano in mille contro l’assalto della mafia nel Ragusano appeared first on .: La Spia :. contro ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-09By Redazione
    2 weeks ago
  • Tentato furto in un supermercato di Modica, denunciati due giovani dalla Polizia
    Nella tarda serata di ieri la Polizia di Stato di Modica ha sventato il furto presso un supermercato, ad opera di due giovani,  nel quartiere Sorda. A segnalare alla Polizia la presenza dei predetti all’interno del supermercato, è stato lo stesso titolare che, abitando nel medesimo stabile del suo esercizio commerciale, notava la saracinesca leggermente alzata. Intuendo che  qualcuno  avesse preso di mira il suo  supermercato, l’uomo si precipitava all’interno nella speranza di bloccare i malfattori, chiedendo  contemporaneamente aiuto alla Polizia. I giovani, vistisi scoperti dal proprietario del negozio,  si davano subito a precipitosa fuga. Le descrizioni fornite dall’uomo agli agenti del Commissariato consentivano a questi ultimi di risalire in brevissimo tempo agli autori del tentato furto, un ventenne ed un sedicenne,  i quali, dopo essere  stati intercettati, confessavano di essersi introdotti all’interno del supermercato per asportare generi alimentari per consumo personale. A seguito delle risultanze investigative, la Polizia di Modica ha denunciato alla Procura della Repubblica di Ragusa il ventenne e il minorenne alla competente Procura per i Minorenni di Catania perché entrambi responsabili del reato di tentato furto in concorso. The post Tentato furto in un supermercato di Modica, denunciati due giovani dalla Polizia appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-09By Redazione
    2 weeks ago
  • Una marcia fondamentale ma…sveliamo nomi ed interessi!
    Aderisco simbolicamente alla marcia organizzata a Vittoria, sono con Voi. Marciamo, camminiamo insieme, non arrendiamoci a chi vorrebbe ridurre questo splendido lembo di Terra ad una poltiglia di paura ed intimidazione. Si sa, le mafie ne colpiscono uno per educarne cento. Così sono fiero dell’iniziativa di oggi. Vedere così tante organizzazioni, tante sigle, camminare insieme senza divisioni, è un segno di speranza, di luce in fondo al tunnel. Facciamo i nomi, però. Sveliamo gli interessi, poniamoci le domande e cerchiamo le risposte, aiutiamo l’Antiracket e, soprattutto, denunciamo! Parliamoci chiaramente: a Vittoria la gente non denuncia, forse per paura, forse per pigrizia o, ancor peggio, per comodità (perché a volte accettare certi servizi, le vere estorsioni oggi, è diventato comodo anche per alcuni imprenditori). Diciamoci le cose come stanno, altrimenti rischiamo di fare l’ennesimo buco nell’acqua, magari facendo marciare accanto a noi chi, invece, l’istante prima e l’istante dopo avrà intrattenuto “certi rapporti”. Basta con la zona grigia. Ci sono professionisti che, anche a Vittoria, trovano le soluzioni più bizzarre e fantasiose per coprire le malefatte di mafiosi in giacca e cravatta. C’è chi, dietro a maschere di convenienza, dopo aver gridato che “la mafia non esiste nel ragusano”, oggi organizza incontri per dimostrare l’esatto opposto: bene, siamo felici, ma metteteci l’impegno concreto e non offendete la nostra intelligenza. Aiutiamo a proteggere i produttori ed i tanti operatori del Mercato di Vittoria, aiutiamoli ma convinciamoli ad essere quanto più possibile non solo per la legalità, ma ad incarnarla. Con ciò vorrei ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-09By Paolo Borrometi
    2 weeks ago
  • Migrante morta a Modica: Asp chiede riscontro diagnostico su cause
    La direzione generale dell’Asp di Ragusa, sta approfondendo i motivi per i quali una 22enne straniera, originaria del Senegal e ricoverata all’ospedale Maggiore di Modica, al reparto Malattie infettive, abbia trovato la morte. “La donna lamentava vari problemi anche di tipo infettivo. Lei purtroppo non ce l’ha fatta – spiega il manager dell’Asp Maurizio Aricò -; ho già chiesto riscontro diagnostico per cause principali e secondarie di morte. Bambino che è stato fatto nascere, è sopravvissuto alla mamma ed attualmente si trova ricoverato in Neonatologia a Ragusa. E’nato comunque a termine di gravidanza ed ora è sotto osservazione stretta. E’vitale ed è seguito con grande attenzione. Attendiamo di chiarire le cause della morte della donna per verificare se vi possano essere o meno conseguenze per il piccolo”. Nessuna notizia del compagno della donna, padre del piccolino. La ragazza era giunta a Pozzallo nel corso dello sbarco dell’ultimo 23 febbraio. The post Migrante morta a Modica: Asp chiede riscontro diagnostico su cause appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-08By Redazione
    2 weeks ago
  • Umanità…non c’è bisogno di altro! (di Salvatore Calleri)
    Chi mi segue da tempo sa che non sono un buonista e che al contempo sono orientato verso il trinomio legge/ordine/giustizia sociale. Detto questo oggi non posso fare a meno di notare che è a rischio un valore fondamentale della nostra storia recente, conquistato dopo secoli di lotte: l’umanità. E’ un periodo difficile per la società mondiale ed in particolare per il mondo occidentale che dopo anni di relativo benessere, anche se bisogna vedere a scapito di chi, si trova alle prese con il problema biblico dei rifugiati che scappano in primis dalla guerra, ma anche da tutta un’altra serie di questioni sociali non indifferenti. La reazione a tale biblico esodo spesso pecca di praticità. Una parte dell’opinione pubblica viene attratta più da un ragionamento di pancia che si basa sul concetto naturale di paura, concetto che rispetto sia chiaro, ma che non contribuisce in alcun modo ad affrontare la questione. The post Umanità…non c’è bisogno di altro! (di Salvatore Calleri) appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-08By Salvatore Calleri
    2 weeks ago
  • Mafia: Procuratore Scarpinato, interessi esterni nei piani di Messina Denaro per uccidere giudici di Palermo
    “Sono stato informato di progetti di attentati nel tempo, nei confronti di magistrati di Palermo, orditi da Matteo Messina Denaro per interessi che da vari elementi sembrano non essere circoscritti alla mafia, ma riconducibili a entita’ di carattere superiore”. Lo ha affermato il procuratore generale di Palermo, Roberto Scarpinato, nel corso della sua audizione in commissione Antimafia sul tema dei rapporti mafia-massoneria. The post Mafia: Procuratore Scarpinato, interessi esterni nei piani di Messina Denaro per uccidere giudici di Palermo appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-08By Paolo Borrometi
    2 weeks ago
  • Ragusa, Polizia arresta coppia di ragazzi per droga
    La Polizia di Stato – Squadra Mobile – ha tratto in arresto BEN ABID Ahmed, nato in Tunisia il 28.11.1993 e GUEN Noura, nata a Ragusa il 01.11.1997 per detenzione di hashish ai fini di spaccio, sottoponendo a sequestro 700 euro probabile provento dell’attività di spaccio. La Squadra Mobile di Ragusa già qualche settimana addietro aveva ricevuto segnalazioni da parte di alcuni onesti cittadini in merito all’atteggiamento sospetto dell’uomo e dell’andirivieni dall’abitazione dei due. Individuato il soggetto segnalato e controllati i precedenti si apprendeva che era già stato arrestato per traffico di stupefacenti e non stava ottemperando all’ordine del Questore di Ragusa di lasciare il territorio italiano. L’attività di monitoraggio dell’uomo è durata poco più di qualche giorno fino a quando ieri è stata individuata con esattezza l’abitazione dopo un pedinamento. Non appena gli uomini della Squadra Mobile lo hanno trovato fuori casa (cosa strana perché stava sempre chiuso dentro), hanno proceduto al controllo in Piazza San Giovanni luogo dove fino a pochi mesi addietro proprio la Polizia di Stato ha tratto in arresto numerosi giovani spacciatori. Il controllo in piazza dava esito negativo in quanto non veniva trovato in possesso di droga ma la paura si leggeva negli occhi suoi e della giovanissima compagna che era con lui. I due vivono insieme pertanto si procedeva alla perquisizione domiciliare dove, in cucina, venivano trovati oltre 30 grammi di hashish, 700 euro ed un bilancino di precisione custoditi all’interno di un borsello insieme a documenti appartenenti ad entrambi. La ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-08By Redazione
    2 weeks ago
  • Pozzallo, sbarco del weekend: Polizia arresta arrestato un pluripregiudicato nigeriano già espulso
    La Polizia a seguito dello sbarco di domenica ha fermato un altro scafista, SAINE Abdullai, nato in Gambia il 08.08.1996, responsabile di aver condotto un gommone con 122 persone a bordo ed in precarie condizioni, tanto da aver messo in serio pericolo di vita tutti i migranti. Dal costante controllo effettuato dalla Polizia di Stato ed in particolare dalla Polizia Scientifica che sottopone a fotosegnalamento mediante prelievo delle impronte digitali, è stato possibile individuare due nigeriani già pregiudicati per diversi titolo di reato in Italia ed espulsi proprio perché pericolosi. Al termine degli accertamenti sui riscontri fotodattiloscopici la Squadra Mobile ha tratto in arresto OKAFOR Wisdom nato in Nigeria l’01.01.1993, in quanto ha fatto ingresso in Italia dopo essere stato espulso; inoltre è stato notificato un ordine per la carcerazione ad un altro nigeriano già processato e condannato per traffico di stupefacenti. I due nigeriani sono stati messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Ragusa che ne curerà l’eventuale nuova espulsione secondo quanto previsto dalle norme vigenti. “La Polizia di Stato, grazie al sinergico intervento di più articolazioni della Questura di Ragusa, controlla in modo capillare tutti i soggetti che approdano sulle coste iblee al fine di garantire la sicurezza”. The post Pozzallo, sbarco del weekend: Polizia arresta arrestato un pluripregiudicato nigeriano già espulso appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-08By Redazione
    3 weeks ago
  • Mafia, Venerando Lauretta rinviato a Processo, si inizia il 26 maggio: minacciò di morte Paolo Borrometi
    Il Gup di Catania, Anna Maggiore, accogliendo la richiesta della Procura distrettuale, ha rinviato a giudizio Venerando Lauretta, accusato di aver piu’ volte minacciato, con l’aggravante del metodo mafioso, il giornalista Paolo Borrometi, collaboratore dell’Agi e direttore della testata online laspia.it. Nel procedimento si sono costituiti parte civile, oltre al cronista, rappresentato dall’avvocato Vincenzo Ragazzi, anche la Fnsi, con il legale Roberto Lopelli dello studio Sisto di Bari, l’Ordine nazionale dei giornalisti, con Enrico Trantino, quello regionale, con i penalisti Nico Caleca e Marcello Montalbano, e il Comune di Vittoria. All’udienza di oggi era presente il presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, Riccardo Arena. La prima udienza del processo si terra’ il prossimo 26 maggio davanti il Tribunale di Ragusa. All’imputato e’ contestato di aver rivolto a Borrometi frasi quali “Il tuo cuore verra’ messo nella padella. E dopo me lo mangero'”, “Voglio pagarti il reato che commetto su di te”, “Saro’ dietro la tua porta. Mi viene da ridere pensando il gg che 6 tra le mie mani”, “Ti devo accecare con le dita”, “Non ti salva neanche Gesu’ Cristo”, “Pure che mi arrestano c’e’ chi viene a cercarti… Ora ti faccio passare la voglia di vivere”. Paolo Borrometi, che vive da quasi tre anni sotto scorta, ha gia’ denunciato in passato i presunti autori di altre minacce ed e’ gia’ in corso a Ragusa un processo, a carico del presunto reggente del clan mafioso locale, nel quale la Fnsi e’ parte civile al fianco del giornalista. La polizia di Stato di Vittoria, due giorni fa, ha denunciato alla Procura di Ragusa l’uomo che aveva minacciato on-line il sindaco Giovanni Moscato  e Borrometi all’indomani della trasmissione ‘Radio anch’io’ ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-07By Redazione
    3 weeks ago
  • Messina, D.I.A. confisca patrimonio a Concetto Bucceri, esponente del clan Santapaola-Picanello
    Personale della Direzione Investigativa Antimafia di Messina, con l’ausilio del Centro Operativo di Catania, sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica D.D.A., ha dato esecuzione alla confisca di beni, per un valore complessivo di 4,8 milioni di euro, nei confronti di BUCCERI Concetto, detto “Cricchiolo”, soggetto ritenuto organico alla famiglia mafiosa riferibile al clan Santapaola-Picanello di Catania, nonché noto agli atti processuali per le attività di mediazione – realizzata in rappresentanza e nell’interesse del citato gruppo – con la “famiglia dei barcellonesi” (riconducibile a “cosa nostra siciliana” e operante sul versante tirrenico della provincia di Messina). La confisca è stata disposta dal Tribunale di MessinaSezione Misure di Prevenzione, su proposta formulata dal Direttore della D.I.A., Nunzio Antonio Ferla, a conclusione di un’attività di indagine che ha consentito di svelare come il BUCCERI sia riuscito, nel tempo, a schermare, attraverso la compiacenza di fidati prestanome, tra cui anche il figlio, imprese con fatturato considerevole ed operanti nel settore delle commesse pubbliche. Ciò gli ha consentito di accumulare illecitamente un patrimonio risultato essere, sulle base delle indagini finanziarie effettuate, sproporzionato rispetto ai redditi individuali ufficialmente dichiarati. BUCCERI Concetto, sorvegliato di P.S. e con pregiudizi di polizia e giudiziari per reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, usura, rapina, truffa, traffico di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi e ricettazione, è stato coinvolto, in passato, in diverse operazioni di polizia tra le quali “Free Bank”, “Vivaio” e “Gotha” (che ha permesso, alla stessa Sezione Operativa D.I.A. di Messina e ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-06By Redazione
    3 weeks ago
  • Mafia, Processo a Venerando Lauretta: “Ti devo accecare con le mie dita. Pure che mi arrestano, c’è chi viene a cercarti”
    Minacce aggravate dal metodo mafioso, dalla continuita’ e dalla recidiva: per questo il Pm Valentina Sincero della Procura distrettuale antimafia ha chiesto, il 30 novembre del 2016, il rinvio a giudizio di Venerando Lauretta, vittoriese classe 1969, gia’ condannato per mafia, che e’ ritenuto autore delle minacce nei confronti del giornalista dell’Agi e direttore del sito on line laspia.it, Paolo Borrometi. L’udienza sul rinvio a giudizio e’ stata fissata per domani alle 9,30, a Palazzo di Giustizia di Catania, piazza Verga, davanti al gip Anna Maggiore. “Il tuo cuore verrà messo nella padella. E dopo me lo mangierò capito piscia letto. Cmq ti verro a trovate pure che non vali ne anche i soldi del biglietto” e poi “Sei una merda che cammina,,,,no per molto infame, saro dietro la tua porta, mi viene da ridere pensando il gg che 6 tra le miei mani, ti devo accecare con le dita. Pezzo di merda, ai toccato un tasto sacro, nn ti salva neanche Gesu’ Cristo, merda infame!!!!! pure che mi arrestano ce chi vieni a cercarti…ora ti faccio passare la voglia di vivere, adesso nn abbiamo nulla piu’ da ragionare, io ho preso la mia decisione, di giocarmi la mia liberta”. Federazione nazionale della Stampa e Ordine nazionale e regionale dei Giornalisti nel manifestare la vicinanza a Borrometi hanno anche già preannunciato la volontà di costituirsi parte civile nel caso in cui Lauretta venga rinviato a giudizio. Mafia: processo per minacce a Borrometi, Fnsi vicina al cronista Il 6 marzo ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-06By Salvo Vassallo
    3 weeks ago
  • Incontri romani…
    Al ristorante “da Sora Lucia”, sotto il Quirinale, si sta seduti stretti, stipati come le sardine. I tempi sono lunghi e nell’attesa parliamo di politica, del caso Consip, della scissione, di Crocetta, della Sicilia e dei suoi problemi irrisolti, di primarie e di elezioni. Abbiamo da poco finito una riunione con Enrico Rossi e siamo abbastanza stanchi, dopo una lunga giornata. Accanto a noi una coppia di giovani.  Lei, ci scommetto, é di buona famiglia, figlia di un medico e di una insegnante, insomma di quelli che, per intenderci, vanno al Rotary e all’Inner Wheel. Non avrà più di venticinque anni e ride bene, con quel sorriso pieno, delle persone veramente felici. Come potrebbe non esserlo? Si trova a Roma con il suo fidanzato e stanno facendo una cenetta romantica. Ride bene e parla con leggerezza e mi fa pensare alla mia bimba. Sento un pizzico di nostalgia nel cuore e vorrei essere a casa. Lui é di poco più grande, é magro, é ben vestito ma, si vede, appartiene ad un’altra estrazione. Dice alla sua compagna di essere contento, perché a Roma non era mai venuto e gli occhi gli brillano come quelli di un bambino che ha appena ricevuto il suo regalo natalizio. Sono proprio una bella coppia e regalano una bella sensazione positiva. Ad un certo punto, mentre mi sto razzolando l’ultimo pezzo di delicatissima trippa alla romana, la Sora Lucia, in persona, porta un dolce della casa, con sopra una candelina, ai nostri giovani ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-05By Antonio Ruta
    3 weeks ago
  • Vittoria, individuato l’autore delle minacce al sindaco e al giornalista Borrometi: si tratta di Francesco Battaglia
    Stamane è stato condotto al Commissariato di Polizia di Vittoria dove ha ammesso di essere l’autore dei messaggi di testo inviati al Sindaco di Vittoria Giovanni Moscato, attraverso il servizio di messaggistica istantanea Messenger di Facebook. Si tratta di Francesco Battaglia, 32 anni, pluripregiudicato, già destinatario nel 2011 di misura cautelare in carcere per il reato di estorsione e già sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza (misura di prevenzione per le persone pericolose e sospette prevista dal codice Antimafia che ha terminato di espiare pochi mesi fa). L’uomo, noto alla Polizia di Vittoria, nelle interlocuzioni col Sindaco ha utilizzato un profilo con nome di fantasia ed informazioni personali non rispondenti alla verità e pertanto sono occorse alcune ore in più perché si riuscisse ad individuarlo ed identificarlo. Presso gli Uffici di Polizia ha prima ammesso di essere il “titolare” dell’ account dal quale erano stati inviati i messaggi dal contenuto diffamatorio ed intimidatorio all’indirizzo del Sindaco Moscato e del giornalista Paolo Borrometi e poi di essere stato egli stesso ad inviarli. Gli investigatori hanno così interrotto la stesura del verbale ed hanno proceduto a formalizzare la sua denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa. E’ massima l’attenzione del Questore di Ragusa Giuseppe Gammino alla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nella città di Vittoria e precise direttive in questi giorni sono attuate dal Commissariato di Pubblica Sicurezza con particolare riguardo all’attività di prevenzione e controllo presso il ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-04By Redazione
    3 weeks ago
  • Operazione della Polizia a Vittoria, la Cna comunale: “Bene così ma adesso è necessario proseguire”
    La Cna comunale di Vittoria esprime soddisfazione per i controlli effettuati dalla polizia di Stato, in particolare dalla polizia stradale, che hanno portato all’individuazione di un’officina meccanica abusiva dove operavano lavoratori in nero e si riciclavano pezzi di ricambio provenienti da mezzi rubati. “Da tempo, come Cna – dicono il presidente Giuseppe La Terra con il responsabile organizzativo Giorgio Stracquadanio – denunciamo il dilagare, nel nostro territorio, dell’abusivismo. Un fenomeno che in questi anni si è allargato a macchia d’olio e sta colpendo le imprese sane, che operano nel rispetto delle norme e competono a viso aperto, investendo e sopportando un carico fiscale che supera il 60% annuo. Le nostre denunce pubbliche non sono cadute nel vuoto. Adesso bisogna continuare. Anche il Comune e in particolare i vigili urbani devono colpire queste “forme d’impresa”. E’ arrivato il momento di affrontare con determinazione questo problema, trovando più soluzioni: dalle misure per l’emersione, alle denunce verso gli organi preposti. La Cna non intende rinunciare al suo ruolo di denuncia pubblica e di sprone positivo nei confronti delle istituzioni. Non possiamo permettere che qualunque forma di abusivismo sia elevata a nuovo modello di sviluppo”. The post Operazione della Polizia a Vittoria, la Cna comunale: “Bene così ma adesso è necessario proseguire” appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-04By Redazione
    3 weeks ago
  • Migranti, a Pozzallo nave Aquarius con oltre 500 persone
    Ci sono oltre 500 migranti sulla nave Aquarius finanziata dall’associazione umanitaria ‘Sos Mediterranee’ e che ha a bordo personale di Medici senza Frontiere. L’arrivo a Pozzallo dove è stato autorizzato lo sbarco, è previsto alle 20,00. Al momento non sono state comunicate particolari criticità a bordo. The post Migranti, a Pozzallo nave Aquarius con oltre 500 persone appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-04By Redazione
    3 weeks ago
  • Ragusa, Carabinieri: controllate 35 autovetture ed arrestato un italiano
    Nel pomeriggio di ieri la Compagnia di Ragusa ha effettuato un servizio coordinato per il contrasto dei reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti. Le pattuglie della Compagnia, sia in uniforme che in abiti civili, si sono concentrate sulla fascia costiera, zona presa di mira dai malviventi che approfittano della scarsa presenza di popolazione durante il periodo invernale. Posti di controllo e controlli a tappeto, per un totale di 34 veicoli e 55 persone controllati. Nel corso del servizio i militari del Norm di Ragusa hanno anche arrestato a Punta Braccetto un ragusano 52 enne, insospettabile ed incensurato, in possesso di 25 grami di hashish già suddiviso in dosi. In casa l’uomo aveva anche un bilancino di precisione e su disposizione dell’a.g. è stato sottoposto ai domiciliari. Riscontro positivo del servizio è stato anche la prevenzione dei reati predatori, in quanto, al momento, non risulta che sia stato commesso alcun furto nella giornata di ieri. The post Ragusa, Carabinieri: controllate 35 autovetture ed arrestato un italiano appeared first on .: La Spia :. contro ogni forma di mafia. ... read more
    Source: La SpiaPublished on 2017-03-04By Redazione
    3 weeks ago
(Visited 247 times, 1 visits today)