Between Culture and Folklore

Even Sicilian carnival has to be considered as an interesting event, thank to artisans that put all their experience and efforts in order to realize allegorical carts. The most famous are the Carnival of Acireale (Catania), Sciacca (Agrigento) and Termini Imerese (Palermo) that thanks to the beauty of their carts and the participation of people can be compared to the popular carnivals of Viareggio and Putignano. The Almond Blossom Festival in Agrigento starts every year in February, and it’s a great feast that comprises parades, music and dances that made it an international folk event. The Danza del Taratatà in Casteltermini (Agrigento) is probably less known but it’s a great event too, with Arab influences in terms of rhythms, costumes and scenery. In the heart of the Madonie like Geraci Siculo (Palermo) or Giostra di Ventimiglia, in August we can attend medieval commemorations in which medieval costumes are worn, whereas in Caltagirone on July the 24th,  the splendid stairs of the baroque church of Santa Maria del Monte are illuminated and create such a great atmosphere. On the same day you can also experience and the so-called Infiorata (Flower carpet) along its narrow street, the same event takes place in Noto. A cultural event linked to Luigi Pirandello is held in its native town, Agrigento, the name of this event is Studi Pirallendiani. An important rendezvous connected to the world of cinema is held in Taormina, but also in Lipari for the ceremony of the award Efesto D’oro, this event takes place in June. In conclusion, as a symbol of the integration in the Mediterranean, we can refer ourselves to the San Vito lo Capo (Trapani) Cous Cous Festival, where chefs coming from all over the Mediterranean compete to chose the best cous cous of the year.

(Visited 24 times, 1 visits today)

Chocobarocco 2011 – Modica

Chocobarocco 2011 - ModicaLa manifestazione del cioccolato modicano, che coinvolgerà la città della Contea dal 28 Ottobre al 1 Novembre, sarà una quattro giorni dove i sensi saranno messi a dura prova:

La vista.. degli stands, delle innumerevoli prelibatezze del cioccolato, a cui farà da cornice la città barocca con i suoi preziosi gioielli incastonati sui fianchi delle colline iblee;

L’olfatto.. basterà seguire il proprio naso per scoprire odori e profumi di tempi lontani che fermeranno per una settimana lo scorrere vorticoso del tempo.

Il gusto.. questa amalgama di cioccolato e zucchero non fusi investirà le papille gustative e, laddove si pensa che il piacere sia terminato, ecco… il retrogusto delle speziature tra le più disparate tornerà ad allietare i sensi.

Il tatto.. sarà irresistibile toccare la barretta e sentire tra le mani la consistenza ruvida dell’impasto grezzo del cioccolato.. impossibile non leccarsi le dita!

L’ udito.. musiche e spettacoli faranno da sottofondo a questa manifestazione unitamente alle voci di tanta gente che, anche quest’anno, deciderà di dedicare una giornata ed anche più, lasciandosi coccolare anzi… CIOCCOLARE dalla città di Modica e dal suo così illustre prodotto.

(Visited 19 times, 1 visits today)

CARMEN

Opéra -comique in quattro atti
Musica di Georges Bizet
Libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy
dalla novella omonima di Prosper Mérimée
Nuovo allestimento del Teatro Massimo
in coproduzione con il Gran Teatre de Liceu
di Barcelona, il Teatro La Fenice di Venezia ed il Teatro Regio di Torino
Direttore Renato Palumbo
Regia Calixto Bieito
Scene Alfons Flores
Costumi Mercè Paloma
Luci Alberto Rodríguez Vega
Opéra -comique in quattro attiAppunti sull’opera

Uno fra i titoli più celebri del teatro d’opera, vanta una fortuna interpretativa ininterrotta fino ai giorni nostri, le cui tappe sono segnate da tutti i nomi e i luoghi che hanno fatto la storia della musica dalla fine dell’Ottocento in poi.
Opéra comique di Georges Bizet su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy basato sull’omonima novella di Prosper Mérimée, venne eseguita per la prima volta a Parigi il 3 marzo 1875.
La Spagna creata da Bizet è prima ancora che un luogo geografico (peraltro mai visitato dall’autore), il luogo della psicologia umana, il luogo della passionalità e dell’istinto, dei conflitti primari: Amore e Odio, Libertà e Legami, Maschio e Femmina. Ed è in questi dualismi, in questa doppia connotazione (da un lato una caratterizzata definizione dell’ambiente e del clima dell’azione, dall’altro un’analisi psicologica di inedita spregiudicatezza) che va ricercata l’universalità dell’opera di Bizet e dei due caratteri di Don José e di Carmen. Poiché più che la sensualità fiammeggiante, pur non disattesa in partitura (come evidenziano la habanera e la seguidilla), in modo ben più attuale è l’inafferrabilità di Carmen ad avvincere e legare José, quel suo darsi e negarsi continuamente a definire il loro rapporto. Le caratteristiche che superficialmente definiscono il personaggio di Don José, tipico “maschio mediterraneo” incapace di ricomporre un’immagine della donna che non sia angelo materno o diavolo tentatore, hanno modo di sgretolarsi nel finale dell’opera.
Orchestra, Coro e Coro di voci bianche del Teatro Massimo
Maestro del Coro Andrea Faidutti
Maestro del Coro di voci bianche Salvatore Punturo

Calendario

18 novembre 2011, 20.30, Turno Prime
19 novembre 2011, 20.30, Turno F
20 novembre 2011, 17.30, Turno D
22 novembre 2011, 18.30, Turno S2
23 novembre 2011, 18.30, Turno B

25 novembre 2011, 18.30, Turno C

Teatro Massimo piazza Verdi 90138 Palermo
(Visited 19 times, 1 visits today)

Festa del Vino Siciliano

Città del Mare ti offre un’altra great village experience!

Festa del vinoSpeciale Festa del Vino Siciliano! Se ami il vino e vuoi vivere un’esperienza di degustazione di alcuni dei migliori vini siciliani, Città del Mare ti aspetta a Novembre e a Dicembre, con un’offerta pensata per chi vuole conoscere tutti i segreti dei migliori vini siciliani.

Prenota subito, la Great Village Experience a Città del Mare ti aspetta!

(Visited 15 times, 1 visits today)