La Magia Della Donna tra Storie e Leggende

La Magia Della Donna tra Storie e Leggende

Al Teatro Italia di Gallipoli
in scena lo spettacolo di danza e teatro
ideato dal regista Agostino De Angelis e la coreografa Anna Rizzello.

La Magia Della Donna  tra Storie e LeggendeVenerdì 7 luglio alle ore 21 andrà in scena presso il Teatro Italia di Gallipoli, lo spettacolo di danza e teatro “LA MAGIA DELLA DONNA tra Storie e Leggende…”, ideato dal regista Agostino De Angelis e la coreografa Anna Rizzello.

Lo spettacolo, promosso dal Centro Fitness Mr.Fit e la scuola di danza Art Mood Ballet di Gallipoli, avrà per focus principale il concetto della donna considerata sin dai tempi antichi “Strega”. La “donna – strega”, il lato femminile oscuro e da temere, è l’aspetto sul quale vale la pena soffermarsi, poiché racchiude in sé la natura ed il potere originario della donna.
L’excursus tematico che accompagnerà il pubblico attraverso i testi della letteratura riguardanti la donna e come questa è stata vista nel corso dei secoli, sarà interpretata dagli attori in voce recitante Agostino De Angelis e Graziana Arlotta, e “La donna-strega che scoppia di energia”, alla ricerca spasmodica del significato della vita sarà interpretata dalla scuola di danza Art Mood Ballet e dalle coreografie di Anna Rizzello e Tania Stamerra.
Ospite della serata la ballerina di Amici Alice Bellagamba che in occasione della sua presenza a Gallipoli realizzerà sabato 8 luglio uno stage di danza presso la palestra Mr. Fit. Presenta la serata Katia Giannone, curatrice dell’evento Desirée Arlotta, testo e regia del M° Agostino De Angelis.

Per info e prenotazioni: 349.3565680 – 333.2030573

 

 

Il Cinema-Teatro Italia è il più grande
della regione Puglia.
Costruito nel 1976 è situato sul Corso Roma, la più importante passeggiata della città di Gallipoli, occupa una superficie di circa 4.000 metri quadri e ha a disposizione per i clienti una terazza con parcheggio privato, sono inoltre disponibili 2.000 posti auto nella vicina area portuale.
La hall ha dimensioni ragguardevoli, è lunga 80m e larga 8, gli spettatori possono passeggiare aspettando l’inizio del film e ammirando i prodotti commerciali esposti nelle 50 vetrine noleggiate dalle ditte interessate. Nella hall è inoltre presente un servizio bar.
La superficie del palcoscenico è di 300 metri quadri con un boccascena di 20m . Lo schermo normalmente usato ha dimensioni 18 x 7 ed è distante 12m dalla prima fila di poltrone, assicurando così una visione confortevole anche gli spettatori dei primi posti.
Per i film molto spettacolari viene utilizzato uno schermo da 20 x 10 m che viene calato a filo del boccascena: in questo caso, per consentire comunque una buona visione, non si utilizzano alcune file anteriori. Disposti su due piani 40 camerini dotati di ogni servizio possono ospitare 100 attori. Esiste inoltre una fossa orchestrale (a scomparsa), che può contenere 100 musicisti. Originariamente la sala, lunga 50m e larga 36, era divisa in un settore platea e un settore galleria; attualmente è stata ristrutturata con la tipica geometria dell’anfiteatro a gradoni ciò consente una buona visuale per qualsiasi ordine di posti anche grazie al fatto che la gradinata inizia a svilupparsi già dalle prime file con un’altezza dei gradoni di 34cm. Le file attrezzate con ampie poltrone “Figueras”, sono poste ad una distanza di 1,2m, assicurando così un elevato grado di comfort per gli spettatori.
Gli ambienti sono climatizzati con impianti autonomi. Un gruppo elettrogeno da 120 kw assicura l’alimentazione elettrica di tutto il complesso rendendolo così completamente autonomo rispetto alla rete Enel.

Riflessione sulla Donna

De Angelis Al Podere “Riflessione sulla Donna”.
De Angelis Al Podere “Riflessione sulla Donna”.
Un uomo che parla delle donne, questa una particolarità interessante dello spettacolo portato in scena dall’attore e regista Agostino De Angelis, che ha scelto di parlare di donne in un excursus storico, dalla Genesi ai giorni nostri, attraverso un percorso recitativo e interpretativo reso più intenso dalla musica eseguita dal vivo dall’Ensemble I Flauti di Toscanini, dal pianoforte di Salvino Strano, dalla coreografa Rita Gurrieri e proiezione di immagini dell’artista Paola Marzano. Un’empatìa che ha permesso ad ogni espressione artistica diversi linguaggi, in funzione l’uno dell’altro in nome della donna, protagonista indiscussa della storia da sempre, nel suo essere madre di vita, compagna, amante, complice intelligente, ma anche vittima sacrificale che paga il prezzo della suo motivo di esistere. Le posture, gli atteggiamenti, i colori, le sfumature, lo sguardo delle donne della Marzano, nella loro diversità stilistica, si animano e rafforzano “la parola”, nelle sue più svariate articolazioni sonore, che riesce a far rivivere ogni frammento secondo un’interpretazione del tutto personale, coinvolgendo lo spettatore, inducendolo a cogliere nuove ed inattese sfumature che spingono alla meditazione.
Il tutto portato in scena al Podere di Siracusa, organizzato dalle Associazioni Extramoenia e Archeoteatron.
De Angelis Al Podere “Riflessione sulla Donna”.