Manon Lescaut

Giovedì 16 marzo 2017 nel foyer del Teatro Bellini di Catania conferenza di presentazione dell’opera Manon Lescaut di Giacomo Puccini, in programma per la stagione lirica 2017 del Teatro Massimo Bellini.

14/03/2017 – 09.50
Preludi all’Opera 2017| Manon Lescaut

Giovedì 16 marzo 2017 nel foyer del Teatro Bellini di Catania conferenza di presentazione dell’opera Manon Lescaut di Giacomo Puccini, in programma per la stagione lirica 2017 del Teatro Massimo Bellini.

Appuntamento con i Preludi all’Opera,giovedì 16 marzo 2017 alle 16.30, nel foyer del Teatro Massimo Bellini di Catania. Si presenta Manon Lescaut di Giacomo Puccini. A parlarne sarà Fernando Gioviale, professore di Storia del teatro e dello spettacolo all’Università di Catania. All’incontro prenderanno parte il direttore d’orchestra José Miguel Pérez-Sierra e il regista Paolo Gavazzeni. L’ingresso è libero.

L’opera andrà in scena dal 19 al 26 marzo 2017. Sono previste tariffe agevolate rivolte a studenti e docenti universitari nei turni S1 e S2. Info al botteghino del Teatro Massimo Bellini (tel +39 095 7306111).

Preludi all’Opera è organizzato dal Teatro Massimo Bellini in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania e coordinato dalle docenti di Musicologia Maria Rosa De Luca e Graziella Seminara.

Manon Lescaut è un’opera in quattro atti di Giacomo Puccini.

La prima rappresentazione ebbe luogo la sera del 1º febbraio 1893 al Teatro Regio di Torino, con Cesira Ferrani e Giuseppe Cremonini Bianchi, dove l’opera ottenne un successo clamoroso alla presenza del compositore.

Ispirata al romanzo dell’abate Antoine François Prévost. Storia del cavaliere Des Grieux e di Manon Lescaut, l’opera fu composta fra l’estate del 1889 e l’ottobre del 1892. Ad allungare i tempi della composizione fu soprattutto la difficile gestazione di un libretto che passò tra le mani di molti letterati – in particolare Marco Praga, Domenico Oliva e Luigi Illica – e che fu pubblicato da Ricordi senza i nomi degli autori.

Tale girandola di librettisti dimostra, in ultima analisi, come l’unico vero “autore” di Manon Lescaut sia stato Puccini, che tra l’altro sconvolse il piano drammaturgico iniziale eliminando di sana pianta un atto: quello del nido d’amore degli innamorati, tra gli attuali atti primo e secondo.

Search Hotels

Destination
Check-in date
Check-out date

Il Trovatore

IL TROVATORE di Giuseppe Verdi Dramma in quattro parti. Libretto di Salvadore Cammarano nel Teatro Massimo Bellini a Catania in Sicilia.

Sabato 5 Marzo 2016 – ore 20.30 (Turno A)
Domenica 6 Marzo 2016 – ore 17.30 (Turno S/2)
Martedì 8 Marzo 2016 – ore 20.30 (Turno B)
Mercoledì 9 Marzo 2016 – ore 17.30 (Turno S/1)
Giovedì 10 Marzo 2016 – ore 17.30 (Turno C)
Venerdì 11 Marzo 2016 – ore 17.30 (Turno R)
Sabato 12 Marzo 2016 – ore 17.30 (Turno D)
Domenica 13 Marzo 2016 – ore 17.30 (Fuori abbonamento)

IL TROVATORE di Giuseppe Verdi
IL TROVATORE
di Giuseppe Verdi

Dramma in quattro parti
Libretto di Salvadore Cammarano
Gianna Fratta direttore
Renzo Giacchieri regia, scene e costumi

Ross Craigmile maestro del coro
Margherita Aiello assistente regia
Maria Claudia Porto assistente regia
Beatrice Tamà assistente costumi
Salvatore Da Campo luci

ll conte di Luna, giovane gentiluomo aragonese
Giuseppe Altomare – Enrico Marrucci (R, S1, S2)

Leonora, dama di compagnia della Principessa d’Aragona
Dimitra Theodossiou – Alessandra Rezza (R, S1, S2)

Azucena, zingara della Biscaglia
Nidia Palacios – Isabel De Paoli (R, S1, S2)

Manrico, ufficiale del principe Urgel e presunto figlio di Azucena
Angelo Villari – Antonino Interisano (R, S1, S2)

Ferrando, capitano degli armati del conte di Luna
Francesco Palmieri

Ines, confidente di Leonora
Valeria Fisichella

Ruiz, soldato al seguito di Manrico – Un messo
Riccardo Palazzo

Un vecchio zingaro
Alessandro Vargetto

Compagne di Leonora e religiose, familiari del conte,
uomini d’arme, zingari e zingare

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO MASSIMO BELLINI

Allestimento storico rielaborato da Renzo Giacchieri

Stagione Estiva 2015 al Teatro Massimo Bellini di Catania

Teatro Massimo Bellini di Catania – Stagione Estiva 2015 – Concerti da Lunedì 29 Giugno a Venerdì 3 Luglio

Un’altra settimana in musica con Il Bellini nel Barocco, la Stagione estiva del Teatro Massimo Bellini di Catania che si sta svolgendo con grande successo in alcuni dei luoghi più suggestivi del centro storico della città dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Lunedì 29 giugno alle 20.30 nello splendido Monastero dei Benedettini di Catania si terrà il concerto del Quintetto di fiati belliniano che proporrà alcune trascrizioni dalle opere più conosciute di Vincenzo Bellini (Norma, La Sonnanbula, Il Pirata), Giuseppe Verdi (Nabucco, Aida) e Gioachino Rossini (Il Barbiere di Siviglia).

Giovedì 2 luglio nel Chiostro del Palazzo Centrale dell’Università sempre alle 20.30 sarà la volta del Quartetto Desormadè, un interessante ensemble composto da clavicembalo, flauto, violino e violoncello che eseguirà musiche di Händel (Primo concerto a quattro), C.P.E. Bach (Trio in si min) e J.S. Bach (Trio sonate und canon perpetuus).

Venerdì 3 luglio alle 20.30 torniamo al Monastero dei Benedettini con il Quartetto Stesichoros che, insieme a Salvatore Vella (flauto) Giuseppe Casano (clarinetto) e Giuseppina Vergine (arpa), offrirà un programma che spazia dal repertorio romantico a quello contemporaneo con Carl Maria von Weber (Quintetto per clarinetto e archi op. 34), Maurice Ravel (Introduction et Allegro) e Joe Schittino (Quintetto per flauto e archi).

INFO >>

Produzione opera belliniana con giovani cantanti

Teatro Massimo Bellini di Catania – Opera Studio Laboratori & Work Experience – Produzione opera belliniana con giovani cantanti

L’Opera Studio del Teatro Massimo Bellini di Catania si articola in una serie di Laboratori previsti per l’Autunno 2015, al termine dei quali verranno selezionati due cast per la produzione di un’opera belliniana che andrà in scena nella Stagione lirica 2016 del Teatro e per la quale sono previste tournèe in Italia e all’estero.

ART. 1 ‐BANDO
Sono aperte le iscrizioni per l’Anno 2015 al progetto Opera Studio del Teatro Massimo Bellini di Catania.
Obiettivo dell’Opera Studio è la formazione organica e strutturata del cantante lirico, finalizzata all’utilizzo, per coloro che hanno superato la seconda sessione di studio, in ruoli di una produzione belliniana.
Ai giovani cantanti sarà data l’opportunità di seguire percorsi di specializzazione altamente qualificati, aventi per finalità il perfezionamento tecnico, stilistico, interpretativo e scenico, nonché l’approfondimento delle conoscenze culturali necessarie all’esercizio della professione.
Possono partecipare al presente bando i cittadini italiani ed i cittadini appartenenti alla Comunità Europea che, alla data di presentazione della domanda di partecipazione, non abbiano ancora compiuto 32 anni (se soprani e tenori) e 35 anni (se mezzosoprani, contralti, baritoni e bassi), salvo casi di particolare merito a
discrezione della Direzione artistica.
Saranno, altresì, ammessi a partecipare al presente bando i cittadini appartenenti a Paesi extracomunitari; questi ultimi, se ammessi dalla Commissione a partecipare alle sessioni di laboratorio, riceveranno dall’Ente una comunicazione attestante il superamento della prima fase di selezione ai fini del rilascio del permesso di soggiorno per motivi di studio da parte delle competenti Autorità italiane.
ART. 2 ‐ MODALITÀ DI ACCESSO
I laboratori sono a numero chiuso con accesso tramite selezione con supporto audio/visivo.
Alle sessioni di laboratorio saranno ammessi, tra tutti coloro che nel termine finale del 15 luglio 2015 avranno presentato domanda di partecipazione con allegato quanto definito al successivo articolo, unicamente i candidati che avranno superato la fase di selezione, a conclusione dell’esame della Commissione, classificandosi, in
graduatoria, fra le prime 30 postazioni.
Gli allievi non selezionati tra gli effettivi potranno comunque prendere parte ai corsi in qualità di uditori e potranno eventualmente subentrare agli allievi effettivi in caso di rinuncia da parte di questi ultimi.
ART. 3 ‐ DOMANDA DI PARTECIPAZIONE
La domanda di partecipazione, da redigere in carta libera in conformità al modello allegato al presente bando sotto la lettera “A” , con chiara indicazione del recapito per le successive comunicazioni, dovrà essere trasmessa a mano o tramite raccomandata A\R, (in tal caso della data di inoltro farà fede il timbro dell’Ufficio
Postale accettante) entro e non oltre le ore 14,00 del 15 luglio 2015 al seguente indirizzo: Teatro Massimo Vincenzo Bellini – Segreteria – Via Antonino di Sangiuliano
233, 95131 Catania.
L’Ente rimane esentato da qualsiasi responsabilità in caso di irreperibilità del concorrente al recapito indicato nella domanda di partecipazione alla selezione, per i casi di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesattezze contenute nella domanda di partecipazione o da mancanza oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella stessa o per eventuali disguidi postali o telegrafici.
Non si terrà conto delle domande che saranno spedite dopo il termine sopra indicato

Lucia di Lammermoor al Teatro Massimo Bellini

LIRICA: “LUCIA DI LAMMERMOOR” DI DONIZETTI DEBUTTA MARTEDI 3 DICEMBRE ALLE 20,30 E CHIUDE LA STAGIONE 2013 DEL “BELLINI” NUOVO ALLESTIMENTO PER LA REGIA DI GUGLIELMO FERRO DIRIGE EMMANUEL PLASSON; CON SAVOIA, TERRANOVA, LIBERATORE

maxcomLuciaDebutterà martedi prossimo, 3 dicembre 2013 alle ore 20,30, Lucia di Lammermoor, di Gaetano Donizetti, l’opera con cui il Teatro Massimo Bellini chiude la Stagione Lirica 2013.
L’opera, che non veniva rappresentata al “Bellini” da dodici anni, sarà in scena per sette recite fino all’11 dicembre, in un nuovo allestimento per la regia di Guglielmo Ferro e con la direzione d’orchestra di Emmanuel Plasson. Nel cast, tra gli altri, il soprano Rosanna Savoia (Lucia), il baritono Piero Terranova (Lord Enrico) e il tenore Alessandro Liberatore (Sir Edgardo).

Questa la locandina dello spettacolo: Lucia di Lammermoor. Dramma tragico in 2 parti (3 atti) di Salvatore Cammarano da The Bride of Lammermoor di Walter Scott. Musica di Gaetano Donizetti.

Direttore Emmanuel Plasson (Leonardo Catalanotto nelle recite del 7, 10 e 11 dicembre). Regia Guglielmo Ferro. Maestro del coro Tiziana Carlini. Scene Stefano Pace, costumi Françoise Raybaud, luci Bruno Ciulli. Aiuto regista e videomakerMassimiliano Pace, assistente scene e costumi Virginia Carnabuci.

Nuovo allestimento dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini. Orchestra, coro e tecnici  dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini.

Personaggi e interpreti: Lord Enrico, Piero Terranova (Marcello Rosiello il 4, 6, 11 dicembre); Lucia, Rosanna Savoia (Jeanette Vecchione Donatti il 4, 6, 11); Sir Edgardo, Alessandro Liberatore (Emanuele D’Aguanno il 4, 6, 11); Lord Arturo, Giuseppe Costanzo; Raimondo, Francesco Palmieri; Alisa,  Loredana Rita Megna; Normanno, Salvatore D’Agata.

Prima esecuzione: 26 settembre 1835, Napoli, Teatro di San Carlo. Prima esecuzione al Teatro Massimo Bellini di Catania: 30 marzo 1891. Tra le opere più rappresentate, e amate, di Gaetano Donizetti, al “Bellini” Lucia di Lammermoor va in scena per la ventunesima volta.

Il regista Guglielmo Ferro, nelle sue note di regia, così la immagina: “Ho rintracciato nella storia di Lucia, nella sua musica, il tratto teatrale per una messinscena gotica. Il mio intento è stato quello di ritornare al cuore spoglio del racconto di Walter Scott, ai suoi snodi narrativi e ai conflitti dei suoi personaggi ripuliti da bendaggi ottocenteschi”.

Dopo il debutto di martedi 3 dicembre 2013 ore 20,30 (turno A), seguiranno: mercoledi 4 dicembre 2013 ore 17,30, turno R; giovedi 5 dicembre 2013 ore 20,30, turno B; venerdi 6 dicembre 2013 ore 17,30, turno S1; sabato 7 dicembre 2013 ore 17,30, turno D; martedi 10 dicembre ore 17,30, turno C; mercoledi 11 dicembre 2013 ore 17,30, turno S2.

Vai alla locandina dello spettacolo>>